2.D MetaBit: tecnologica, multifunzione ed ecosostenibile

Nel 2009 Fabio Marchi ideava 2.D per il brand Caoscreo, una lampada in stile minimal con tre diverse “taglie” – small, medium e large – per diverse funzioni: da tavolo le prime due, da terra la terza.

Oggi Caoscreo ha dato vita a 2.D MetaBit: la reale innovazione di questo prodotto sta nel connubio tra design e utilizzo della tecnologia per l’uso che la lampada fa dello IoT con lo scopo di trasferire informazioni che siano utili per finalizzarle in azioni pratiche.

La lampada, infatti, forte delle funzionalità tecnologiche grazie alla collaborazione con l’azienda Digital Habits, ha fonte luminosa LED ad alto rendimento che si accende con un semplice tocco; sul retro è presente una porta USB per ricaricare smartphone e tablet, mentre altre funzioni di utilità immediata sono il vivavoce o lo speaker bluetooth per streaming audio.

Caoscreo, brand Terenzi, ha plasmato la lampada dall’acciaio; l’oggetto è così composto da due parti – di cui una è la base in plastica, ottenuta con uno stampo, l’altra costituisce insieme stelo e paralume: con il laser a fare da protagonista nel sagomare con precisione millimetrica e rapidità un oggetto elegante, funzionale ed essenziale.

Questo uso del laser rende la lampada esteticamente lineare attraverso un processo che rientra, come sempre per Caoscreo, in un discorso di ecosostenibilità. La parte in plastica che costituisce la base e che differenzia 2.D MetaBit dall’essenziale 2.D è composta da Policarbonato verniciato, un polimero termoplastico che si ottiene dall’acido carbonico.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *