Amare le differenze

Tra le opere di Light Art raccolte nel volume Light Art in Italy, nella sezione “Installazioni in esterni” a cura di Gisella Gellini, Amare le differenze a Torino, installazione permanente di Michelangelo Pistoletto.

 

In piazza della Repubblica, a Porta Palazzo, è stata collocata l’installazione Amare le differenze di Michelangelo Pistoletto. Quest’opera, dal dichiarato contenuto sociale, è parte del progetto Love Difference Movimento Artistico per una Politica InterMediterranea che Pistoletto realizza con Cittadellarte. Il concetto di fondo di questo progetto è portare amore là dove si producono le tensioni dovute alle diversità. Le parole Love Difference (Amare le differenze) sono ripetute in 39 lingue diverse, a rispecchiare la pluralità delle componenti sociali presenti nella città. Alla Biennale di Venezia del 2003 Michelangelo Pistoletto era stato invitato tra i protagonisti della “Stazione Utopia”, ultima sezione di una edizione molto orientata sul rapporto tra arte e socialità. In quell’occasione l’artista aveva scelto come slogan “Love Difference”, “Amare le differenze”, una frase significativa alla luce dei contrasti religiosi, politici e sociali che stanno caratterizzando l’attuale fase storica.

 

Michelangelo Pistoletto è nato a Biella nel 1933. Tra i più significativi rappresentanti dell’Arte Povera, dopo i primi dipinti su fondo neutro ha utilizzato superfici specchianti e plexiglas con l’effetto di coinvolgere lo spettatore in situazioni enigmatiche e stranianti; in seguito ha creato opere e installazioni con oggetti quotidiani e stracci. Nel 1994 ha creato il Progetto Arte, che viene attuato all’interno della Fondazione Pistoletto di Città dell’arte a Biella. Questa opera, dal dichiarato contenuto sociale, è parte del progetto Love Difference – Movimento Artistico per una Politica InterMediterranea – che Pistoletto realizza con Cittadellarte. È del 1996 un Metro cubo di infinito, realizzato montando sei lastre di specchio rivolte all’interno. Accostando successivamente una lastra all’altra, la possibilità di rifrazione delle immagini aumentava sempre più moltiplicandosi all’infinito.

 

Testi tratti da:

Gisella Gellini, Francesco Murano
Light Art in Italy
Maggioli Editore
Rimini, 2009

ISBN: 8838743436
Collana: 143 – Politecnica
Volume con CD Rom

 

Nell’immagine, Amare le differenze di Michelangelo Pistoletto, foto tratta dal CD Rom allegato al volume

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico