Anno Internazionale della Luce, basta un’App e Piazza Castello è in mano ai turisti

Durante l’Anno Internazionale della Luce, un progetto partecipato e collettivo con l’obiettivo di concepire le aree urbane all’insegna della moltiplicazione delle possibilità d’uso a firma Comune di Milano, Triennale, Nevicata14, A2A e Philips.

 

Piazza Castello, una delle principali piazze milanesi, viene ridisegnata e resa spazio urbano accessibile a turisti e cittadini per vivere al meglio la città. L’allestimento ad area pedonale rende la Piazza un luogo accogliente e polifunzionale, un vero e proprio salotto cittadino per usi personali e professionali. Grazie alla collaborazione tra Comune di Milano, Triennale e Nevicata14, volta a rendere migliore la città, la nuova Piazza Castello diventa un laboratorio a cielo aperto: non solo spazi e attrezzature da usare, ma anche attività e laboratori per immaginare il futuro degli spazi pubblici di Milano.

 

A2A e Philips hanno contribuito al progetto creando la App MyLED con la quale i visitatori potranno gestire l’illuminazione della piazza, scegliendo tra molteplici scenari disponibili e renderla “a misura di persona”, grazie alla creazione di isole di luce personalizzate. Inoltre la nuova applicazione sarà utilizzabile anche per animare la Cometa del MiCo, spettacolare struttura aerea progettata dall’architetto Mario Bellini e che sovrasta il centro congressuale più grande d’Europa. Attraverso App MyLED sarà possibile variare l’illuminazione scenografica del MiCo attraverso un sistema di luci led capace di dare forme e colori mutevoli agli oltre 8mila metri quadrati di raggi di alluminio, creando una scia sinuosa e luminescente che abbraccia tutta la struttura.

 

Per A2A l’illuminazione notturna delle città acquista sempre di più un ruolo di primaria importanza con lo scopo di renderle sicure e attraenti, creando un ambiente che le rivesta di una nuova identità; tutto questo mantenendo i consumi energetici a livelli molto più bassi di quelli permessi dalle tecniche di illuminazione convenzionali.

 

Attraverso la App MyLED, scaricabile gratuitamente per Apple e Android, chiunque sarà in grado di creare l’atmosfera desiderata con un semplice tocco sul proprio smartphone. L’iniziativa di Philips e A2A apre la strada ad un nuovo modo di fruire il patrimonio artistico e cittadino, più dinamico e interattivo. La App è, infatti, la testimonianza di come sia possibile andare oltre al concetto tradizionale di illuminazione per abbracciare una nuova fruizione della luce, attraverso le infinite possibilità date dalla luce connessa. La tecnologia LED segna infatti il passaggio dall’analogico al digitale e offre illimitate opzioni per una gestione unica della luce in tutti gli ambiti della vita quotidiana. Sistemi e soluzioni di illuminazione possono essere collegati in modalità wireless per permettere alle persone che li utilizzano di vivere esperienze coinvolgenti, personalizzate e sicure; in ambito domestico, con hue, il Sistema di illuminazione connessa per la casa, ma anche in spazi urbani, con la App MyLED.

 

Un’esperienza da provare in prima persona, per far rivivere le bellezze architettoniche della città: nell’area di Piazza Castello e al MiCo, candidati a rappresentare occasioni importanti di celebrazione dell’Anno Internazionale della Luce. Questo è il modo in cui Philips sta trasformando l’industria dell’illuminazione.

 

www.philips.it/newscenter

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico