Artemide e il design di domani, Lighthouse Competition 2012-2013 Città Immaginarie

Un invito ai giovani designer internazionali affinché esercitino le loro capacità progettuali in una delle città del mondo che maggiormente  stimolano l’immaginazione. E’ questo il nucleo della “Lighthouse Competition 2012-2013 / Città Immaginarie” che Artemide (www.artemide.com) promuove nel quadro di una costante serie di iniziative che l’azienda porta avanti in tutta Europa, per contribuire a formare i designer di domani.

 

Cuore del Concorso è Venezia, e in particolare i due ingressi attraverso i quali oltre 20 milioni di visitatori ogni anno entrano nella città lagunare: Piazzale Roma e la vicina stazione ferroviaria di Santa Lucia. Il linguaggio protagonista con cui si chiede di intervenire al Concorso, che si colloca nell’ambito della Biennale di Architettura, è quello della luce, come mezzo immateriale e innovativo per esprimere la transizione dalla terraferma all’acqua.
Ai partecipanti, il Concorso propone una visione della città come palcoscenico dove la luce diviene un medium capace di mettere in relazione uomo, architettura e spazi/vuoti urbani trasformandoli in luoghi. Una luce sostenibile in grado di stimolare nuove consapevolezze, identità e qualità ambientali, attivando connessioni e seguendo i ritmi dell’uomo e della natura.

 

“Noi chiamiamo studenti di architettura, architettura d’interni, scenografia e paesaggistica a dare forma all’ingresso e al passaggio, con il suo quid di indefinito” afferma Ernesto Gismondi, Fondatore e Presidente di Artemide, “dai partecipanti al Concorso ci attendiamo idee per un intervento temporaneo e sovversivo, ripensando la struttura architettonica già esistente o ricorrendo a integrazioni costruttive”.
Il Concorso, che avrà termine a metà marzo 2013, è stato lanciato da Ernesto Gismondi a Venezia il 14 settembre scorso nell’ambito del Simposio “Urban Scenography”. Nel corso dell’evento è intervenuta Carlotta de Bevilacqua, architetto e docente, che ha sviluppato per Artemide importanti percorsi di ricerca nel campo della luce e a cui si deve la rinascita e la nuova stagione di successi di uno dei brand storici del Made in Italy, Danese.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico