Casualità armonica. Gocce di cristallo che compongono infiniti giochi luminosi

“25 anni of….” è la speciale retrospettiva che ha ripercorso, durante la scorsa edizione del Salone del Mobile di Milano, i 25 anni di storia di Lolli e Memmoli. L’azienda ha indagato ogni ambito del lighting design e ha definito un nuovo modo di fare illuminazione, in un continuo rimando fra i grandi chandelier della tradizione e la sperimentazione. In assenza di una gabbia portante, le gocce di cristallo vengono liberate in un’apparente casualità armonica, rivelando un inaspettato gioco luminoso che si moltiplica di infiniti scintillii nella purezza dei cristalli.

Luci ed emozioni, forme e magia, leggerezza e suggestioni con le famose creazioni Ugolino, Vladimiro, Caifa, Opus, Aires, Taut, U-Line e le loro molte declinazioni. In ogni progetto le forme tradizionalmente conosciute svaniscono in una vaporosa esperienza di luce, la forza scultorea scopre una nuova espressività.

Algebra

Il percorso espositivo ha presentato anche una novità: Algebra, la lampada modulare dall’andamento sinuoso che è stata ispirata dall’etimologia stessa del nome. Il termine algebra deriva dall’arabo al-gabr che significa unione o connessione: l’opera, infatti, si completa nell’accostamento di infiniti elementi, così da poter rispondere a ogni tipo di esigenza architettonica e di illuminazione.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *