Cento lumi per Casale Monferrato

Chanukkiah è per definizione il candelabro con otto bracci più lo shammash, il servitore, che non deve essere uguale agli altri, ma più alto, o più basso, e comunque fuori allineamento. Artisti, architetti e designer, soprattutto dopo la Shoah, quasi a cogliervi il valore universale di una rinascita nella luce, hanno creato una loro chanukkiah, attratti da questo oggetto dalla carica emozionale grandissima, ma anche duttile e “aperto”: liturgico perché destinato al rito durante la festa di Chanukkah, o festa delle Luci, ma anche domestico perché si accende anche in casa e “lucifero” perché fa luce. Deve fare luce. È per questo che nasce e serve. E mentre fa luce racconta una storia.
A Casale Monferrato, accanto a una delle più belle sinagoghe italiane, c’è un museo unico al mondo: il Museo dei Lumi. Il museo raccoglie 115 chanukkiot, lampade a otto bracci la cui accensione avviene una volta all’anno nel corso della festa ebraica delle Luci che si svolge all’inizio dell’inverno. Grazie ad Antonio Recalcati, al suo personale impegno e coinvolgimento, furono raccolte le prime importanti lampade di Armand, Barni, Mondino, Paladino, Topor, Rougemont: si costituì così il primo fondamentale nucleo di opere. In seguito, molti altri artisti e designer, italiani e stranieri, giovani e affermati, contribuirono allo sviluppo della collezione; tutti, attratti dal valore universale di rinascita insito in quell’oggetto dalla forma antica, hanno creato la loro personale interpretazione della lampada di chanukkah. Il risultato è un museo, cresciuto in vent’anni, al confine tra arte e design, di cui il volume storicizza la collezione in continuo divenire.
Nel libro Lampade di Chanukkah: una collezione tra storia, arte e design, a cura di Elio Carmi e Maria Luisa Caffarelli, l’ampia sezione introduttiva raccoglie contributi a carattere ermeneutico, storico e artistico a firma, tra gli altri, del rabbino Giuseppe Laras, del professor Arturo Schwarz, della curatrice Maria Luisa Caffarelli e dei designer Elio Carmi e Moreno Gentili. Il nucleo centrale è costituito dal catalogo ragionato di tutti i lumi (con riproduzione fotografica e scheda tecnico-critica). Completano il repertorio una serie di “dichiarazioni di poetica”, rese da alcuni degli autori delle lampade che ne raccontano le motivazioni ideali ed espressive; i profili biografici degli artisti e un glossario sui termini ebraici di più frequente utilizzo.
Elio Carmi insegna alla Facoltà del design del Politecnico di Milano.

SCHEDA DEL LIBRO

Titolo
Lampade di Chanukkah: una collezione tra storia, arte e design

Autori  
a cura di Elio Carmi e Maria Luisa Caffarelli

Edizione bilingue (italiano-inglese/italiano-francese)

Anno
2010

Formato
22 x 32 cm, 176 pagine, 126 a colori, brossura

ISBN
978-88-572-0582-3

Prezzo
€ 35,00

Nell’immagine, un dettaglio della copertina del libro

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico