Centro Universitario a Zlín

L’Università Tomáš Bata a Zlín è un esempio di integrazione dell’illuminazione nel concetto architettonico, in una situazione in cui è necessario mantenere elevati livelli di concentrazione e lo scambio comunicativo informale deve essere favorito. Data la compresenza di differenti tipi di spazi all’interno dell’edificio, l’importanza di un’illuminazione facilmente regolabile, adatta di volta in volta a situazioni di apprendimento diverse, è ancora maggiore. I progettisti sono riusciti a rispondere alle esigenze funzionali più disparate tramite un concetto di illuminazione innovativo.

 

Il Centro Universitario dell’Università Tomáš Bata a Zlín è stato inaugurato recentemente dall’architetto Eva Jiřičná e da Tomáš Bata Junior, figlio del rinomato filantropo e industriale che nel XX secolo portò al Comune di Zlín e alla sua Università tanto sostegno e ispirazione. Il nuovo centro rappresenta il simbolo degli investimenti fatti dalla città ai suoi cittadini ed al loro futuro ed è un omaggio adeguato agli ideali visionari di Tomáš Bata. L’inconsueta articolazione dell’edificio vede due corpi di fabbrica affiancati a forma di mezzaluna in cui trovano spazio sale di lettura, uffici e biblioteche. In mezzo si trova un esteso atrio, illuminato dall’alto, adatto per la ricreazione e per gli incontri informali. Le due imponenti e arcuate facciate sono delimitate alle loro estremità da una torre vetrata, in cui è collocato il vano scale, che supera in altezza la sommità dell’edificio. Le torri delle scale costituiscono il collegamento verticale più importante fra le gallerie che corrono ai due lati dell’atrio e conferiscono alla forma dell’edificio ordine e razionalità. Questa struttura chiara, tipica per l’architetto Eva Jiřičná, insieme a un alto grado di funzionalità si rispecchiano anche nel concetto di illuminazione.
Nel pensiero architettonico di base, le linee chiare dell’edificio vengono accentuate dalle linee altrettanto chiare delle luci che attraversano gli spazi. Per questo si è deciso di impiegare Slotlight e Claris II, apparecchi innovativi, spesso utilizzati negli edifici scolastici e caratterizzati da un linguaggio formale tranquillo e geometrico. Nell’atrio centrale si possono vedere gli apparecchi Claris II, installati a sospensione con una lunghezza totale di 54 m: con luce diretta e indiretta accentuano le linee dei corridoi e dei soffitti nelle gallerie. Questi la riflettono a loro volta verso il basso creando così in tutto l’atrio una luce calda e diffusa. Nei rimanenti spazi principali sono stati applicati i sistemi Slotlight e Mirel II allo scopo di integrare la luce riflessa dall’atrio. Anche qui le linee ben definite degli apparecchi ad incasso Mirel II provvedono alla luminosità degli ambienti di lavoro e delle biblioteche. Per accentuare i bordi e le linee lungo le finestre e le zone circostanti sono stati applicati tubi fluorescenti nei soffitti e nelle pareti: questi creano le ultime sfaccettature e fanno risaltare le forme scultoree dell’architettura. Nel complesso, il progetto dell’Università Tomáš Bata è un progetto ambizioso in cui i concetti di architettura e di illuminazione si integrano per sottolineare le forme minimaliste e la limpidezza spaziale dell’edificio.

 

Negli edifici scolastici, una combinazione appropriata di luce naturale e artificiale per mezzo di sistemi di controllo intelligenti ha un ruolo decisivo. Attraverso il controllo combinato di sistemi di schermatura e di luce artificiale, è possibile migliorare notevolmente la qualità del soggiorno negli ambienti e contemporaneamente sfruttare il potenziale di risparmio energetico. Negli ambienti di studio la luce deve rispondere a particolari requisiti. Poiché la disposizione dei tavoli è spesso flessibile, l’illuminazione deve garantire in ogni situazione assenza di abbagliamento. Per i diversi ambiti e compiti devono essere a disposizione possibilità individuali di illuminazione, regolabili tramite elementi di controllo intuitivi. Tramite lampade a luce diretta/indiretta si può ottenere un miglioramento notevole dell’atmosfera nell’ambiente. Un edificio per la formazione ha una struttura eterogenea composta da diversi ambiti di utilizzo: corridoi e punti di passaggio necessitano un’illuminazione chiara e amichevole per permettere l’orientamento, le zone di pausa e le mense devono stimolare la comunicazione e favorire la distensione.

 

SCHEDA PROGETTO

Progetto
Centro Universitario Tomás Bata

Committente
Tomáš Bata University, Zlín, Repubblica Ceca

Progetto architettonico
AI Design s.r.o. con Eva Jiricna Architects, Prag, Repubblica Ceca

Soluzioni per l’illuminazione
CLARIS apparecchi a sospensione, LANOS piantane, ONLITE sistema per luce di emergenza, SLOTLIGHT linee di luce, MIREL lampade a incasso

Per ulteriori informazioni
Zumtobel Lighting GmbH

 

Nell’immagine, la hall centrale del Centro Universitario. La nuova costruzione dell’architetto Eva Jiřičná, inaugurata nel 2008, offre su quattro piani posto per oltre 7000 fra studenti e ricercatori (fonte)

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico