Con il Decreto del Fare 2 la bolletta elettrica pesa di meno, forse

Il Decreto del Fare 2 è attualmente “in lavorazione”, abbiamo solo alcune anticipazioni.Il suo scopo sarebbe quello completare il processo di semplificazioni e rilancio dell’economia. Uno dei suoi obiettivi, uno dei principali, è la rimodulazione degli incentivi alle rinnovabili perché non pesino in bolletta.

 

Dal 2016 i produttori potranno, se il Decreto del Fare 2 diverrà effettivo, scegliere se continuare a godere degli incentivi residui oppure scegliere una loro rimodulazione.
Se il produttore decide di usufruire ancora del regime incentivante, continua a beneficiare della tariffa.
Se il produttore decide di rimodulare l’incentivo, dal 1° gennaio 2014 avrebbe accesso a un incentivo più basso del precedente e la nuova tariffa verrebbe applicata per il periodo residuo più sette anni.
Sempre se il Decreto del Fare 2 entra in vigore, l’opzione deve essere esercitata entro il 31 marzo 2014 con richiesta al Gse. La rimodulazione non si applicherebbe agli impianti non fotovoltaici, incentivati con DM 6 luglio 2012, tranne quelli che ricadono nel regime transitorio e quelli incentivati dal provvedimento 6/1992 del Comitato interministeriale dei prezzi.

 

La bozza propone di coprire il costo degli oneri per l’incentivazione del fotovoltaico e delle altre rinnovabili con l’emissione di obbligazioni, oneri che nel 2013 sono cresciuti da 4,5 a 11 miliardi di euro all’anno dal 2010. Il Decreto del Fare 2 propone quindi che nel periodo 2014-2017 il Gse provveda a una raccolta di risorse sul mercato finanziario per un ammontare annuo stabilito dal Ministro dello sviluppo economico, tenendo in considerazione anche della differenza di prezzo dell’energia elettrica tra l’Italia e altri Paesi europei.

 

Con il Decreto del Fare 2 la bolletta elettrica peserà di meno, o almeno così dicono le prime anticipazioni.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico