Luce di design. Corpi illuminanti in edizione limitata

Comporre scene di luce, suscitare emozioni, creare estetica, dare vita agli ambienti con il dualismo di luci e ombre. Sono queste le visioni di design del nuovo programma the editions #02 di Zumtobel, seguito da Martin Jost e Roman Delugan dello studio Delugan Meissl, dagli architetti Adolf Krischanitz e Hermann Czech, dal lighting designer Thomas Mika dello studio reflexion.

Teela, Alva e Freeline sono i tre nuovi corpi illuminanti della collezione.

Teela

TEELA è un apparecchio di illuminazione ricco di contrasti, la risposta perfetta alle moderne condizioni di lavoro. Non è studiato soltanto per gli ambienti ma soprattutto per l’uomo. Si tratta di un corpo illuminante che sa dare serenità e senso di benessere, e che al contempo risponde con precisione alla necessità di creare accenti marcati e allestimenti significativi. È questo dualismo a creare atmosfera. Il sovrapporsi di atmosfera e luminosità, effetti diffusi e precisi, sembra quasi smaterializzare lo spazio. Da un lato l’apparecchio di illuminazione diffonde temperature di colore che seguono l’andamento della luce naturale, riproducendo in questo modo nei minimi dettagli lo spettro della luce con le sue quattro dimensioni. Dall’altro i suoi spot proiettano un’illuminazione nitida e precisa sui piani di lavoro: esattamente quella che serve alle persone. Tuttavia TEELA sa fare ancora di più. Il tessuto che lo ricopre ottimizza l’acustica trasformando la luce. Ricorda una nuvola luminosa, capace di assorbire i rumori che disturbano l’atmosfera. TEELA adorna l’ambiente e lo definisce, andando ben oltre la mera funzionalità. TEELA è versatile come l’uomo. Ma la sua qualità particolare, quella di avvolgere gli ambienti in un’aura, lo rende quasi sovrumano.

Alva

La semplicità della forma sferica di ALVA prende come esempio i corpi celesti, o meglio il sole, senza però risultare banale o scontata. L’apparecchio funziona sia autonomamente che raggruppato in serie. Emette un flusso luminoso diversificato, diffuso e indiretto verso l’alto, preciso e diretto verso il basso. ALVA crea senza problemi varie scene luminose in un unico ambiente. Si mette al servizio delle persone con un’insolita capacità di essere logico e inusuale allo stesso tempo. E’ sobrio e discreto ma anche interessante e stimolante. A seconda del contesto riesce a sparire dietro le quinte o a mettere in mostra la sua presenza. L’illuminazione sferica del corpo illuminante vero e proprio e quella degli spot integrati rompono con i sistemi a cui siamo abituati.

Freeline

FREELINE è sobrio, modesto, invisibile. Eppure crea personalità visiva. Nasce dall’idea di trovare un elemento capace di unire orizzonti senza confini. Dalla sua forma insolitamente agile ricava forza e struttura grafica. Incarna un’illuminazione artificiale sobria e funzionale ma possiede un carattere spiccato e diretto. FREELINE crea personalità visiva con un fascino inimitabile. La luce sfavilla, conquista con il suo effetto brillante. Luccica al punto da sembrare quasi materiale. Eppure è discreto e non abbaglia. Volendo, le sottili linee di FREELINE possono snodarsi anche per chilometri evocando un’illusione di infinito. Ciò nonostante sappiamo che tutto in qualche modo si quantifica, anche un corpo illuminante tanto raffinato.

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *