Design e intuizioni, la presa a scomparsa Hide di 4Box

Un prodotto che cambierà il mercato, grazie a un’idea che dimostra che “il design veste l’intuizione”, le dà una forma concreta. Aldo Cibic ha definito così la nuova presa “a scomparsa” Hide, lanciata dall’azienda 4Box.

 

Una linea di prodotti innovativa sia dal punto di vista estetico sia per tecnologia, che coniuga praticità, design e sicurezza in casa. La scatola elettrica, che può essere installata in sostituzione delle vecchie prese, grazie a uno sportellino scorrevole si mimetizza nel muro e nasconde le spine, eliminando il problema dell’ingombro.
Hide è nata dal lavoro di un team di inventori, che si è posto il problema di come rivoluzionare un prodotto nato all’inizio del ‘900, di pari passo con la diffusione dell’energia elettrica.

 

E di trasformare in un oggetto di design un prodotto antiestetico ma indispensabile per illuminare le case e far funzionare gli elettrodomestici. Così l’ingegnere Giorgio Rende ha inventato la scatola Hide, con la collaborazione del collega Francesco Bruno e dell’architetto Pietro Malanca, che l’ha resa compatibile con le spine già esistenti.

 

”Per 108 anni la spina elettrica è sempre stata la stessa, oggi invece finalmente riesce a soddisfare un bisogno sentito – ha spiegato Arturo Jossa Fasano, amministratore delegato di 4Box. Il nostro obiettivo è quello di entrare nelle case degli italiani aiutandoli a risolvere i problemi di spazio e di arredo a costi contenuti”.
La presa è composta da una base incamerata nella parete, dove si inseriscono le spine, e da una slide piatta, che riveste l’attacco dei fili elettrici e sporge di nove millimetri dal muro. Basta un gesto per fare scorrere il pannello di plastica e coprire completamente le spine. Sono a disposizione diversi colori, da abbinare alla tinta del muro o degli elettrodomestici per ridurre l’impatto visivo, con la possibilita’ di ricoprire la presa con carta da parati, vetro o stoffa.

 

Per informazioni
www.4box.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico