Design, il nuovo website Lucente. Lampade per interni online

L’azienda di lampade per interni Lucente si presenta sul web (www.lucente.eu) con una nuova veste. Una grafica chiara ed elegante permette di trovare tutte le informazioni sull’azienda: i prodotti con le schede di approfondimento, i cataloghi, i designer, una ricca photogallery.

La sezione “Novità ed eventi” consente di essere sempre aggiornati sugli ultimi prodotti e le iniziative dell’azienda. Fondata nel 1980 nella provincia di Treviso, nel 1985 Lucente stabilisce la propria sede a Padernello di Paese. Qui, in uno stabilimento di 15.000 metri quadrati, sviluppa e si gestisce tutte le fasi del ciclo produttivo.

Il desiderio di dare forma alla luce attraverso prodotti che unissero estetica, funzionalità, innovazione tecnologica l’ha portata a collaborare con professionisti del design come Dodo Arslan, Giandomenico Belotti, Paolo De Lucchi, Simone Derai, Carlo Forcolini, Alessandro Mendini, Norway Says (Torbjørn Anderssen, – Andreas Engesvik – Espen Voll), Thomas Sandell, Sandro Santantonio, Afra e Tobia Scarpa. Da diversi anni l’azienda è attenta alle tematiche ambientali. Ha sviluppato, in anticipo sui tempi, prodotti adatti all’utilizzo di lampadine a risparmio energetico.

 

Alla pagina Prodotti/Lucente Design Collection troviamo alcune interessanti novità. Ve ne proponiamo due di seguito: il faretto Kalypso e la lampada Semjase.

 

Kalypso
design Paolo De Lucchi, 2010
Faretto realizzato mediante uno stampo in pressofusione di alluminio, caratterizzato dalla presenza, sulla parte superiore della calotta, di bolle incavate che sfumano radialmente verso il perimetro.

Versioni e colori. Kalypso è disponibile nelle versioni a sospensione, da parete e a soffitto. In queste ultime due è dotato di un braccio flessibile che lo rende direzionabile a 360°. La finitura è cromato lucido. Il faretto alloggia sorgenti luminose a Led e l’alimentatore è incluso.

Dimensioni. Cm 11 Ø x cm 43 (faretto parete/soffitto); cm 11 Ø x cm 150 (sospensione).

Il designer. “Kalypso rappresenta l’immagine di un faretto tecnico dal design estremamente moderno e raffinato. Particolare attenzione è stata rivolta alla realizzazione delle bolle incavate disposte radialmente sulla parte superiore della calotta, che, creando un gioco di riflessi, conferiscono preziosità e personalità all’oggetto” (Paolo De Lucchi).

 

Semjase
design Sandro Santantonio, 2010
Tecnologia, design e poesia sono le linee guida che hanno portato allo sviluppo di questa lampada da terra, di grandi dimensioni, progettata per essere un elegante oggetto d’arredo. La forma ad arco, slanciata e fluida, permette un’illuminazione molto ampia grazie alla testa illuminante, regolabile e direzionabile. Dalla base a goccia si sviluppa il corpo della lampada, realizzato da una schiena incava che si prolunga fino alla testa, sempre a forma di goccia, ma forata. Semjase è una perfetta sintesi tra oggetto decorativo e illuminotecnico e per questo, trova una naturale collocazione sia negli spazi pubblici e dedicati al contract, sia negli interni domestici.

Materiali, finiture e colori. La struttura monomaterica è in poliuretano espanso rigido verniciato, ed è composta da 3 elementi assemblabili. Il corpo illuminante è in metallo con portalampada in pirex sabbiato. La luce è direzionabile grazie ad un elemento a foglia in metallo verniciato.

Dimensioni. 32/45 cm x 196,5 cm x 202 cm.

Il designer. “Alla fine del secolo scorso Semjase entrò nell’immaginario umano: una donna di corporatura esile,
dai lunghi capelli che le ornano il viso, abbigliata in un vestito bianco aderente e sinuoso. La sua apparizione, raccontata come uno dei primi “contatti” del mondo alieno con la terra, è stata un contatto di pace. Entità aliena o Dea, Semjase con la sua storia, le sue caratteristiche e la sua bellezza, documentata da fotografie e ritratti, ha ispirato il nome della nostra lampada: un po’ “extra”, un po’ mitologica, illumina lo spazio circostante di una luce diffusa, si protrae verso di noi in modo flessuoso e ci accompagna in un nuovo viaggio sensoriale” (Sandro Santantonio).

 

Nell’immagine di apertura Semjase ambientata

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico