Design, nuova veste per LaClinique. Chirurgia estetica e illuminazione, comfort e professionalità

A pochi anni dalla sua nascita, LaClininique – Cosmetic Surgery è divenuto il principale gruppo privato italiano di medicina e chirurgia estetica, con numerosi centri sparsi lungo tutta la penisola. Dal 2010, inoltre, il gruppo ha lanciato un ambizioso programma di affiliazione in franchising che prevede l’apertura di circa 200 centri. Per il format, il brand bresciano ha scelto l’architetto Alberto Apostoli che ha sviluppato il concept partendo da un importante principio, legato all’approccio al cliente, che LaClinique porta avanti da sempre con assoluta coerenza e con una adeguata comunicazione: l’integrazione tra professionalità e affidabilità, senza tuttavia trascurare gli aspetti emotivi, emozionali e psicologici della clientela.

 

Per esaltare tali valori, Apostoli sceglie quindi materiali tradizionali come il legno e il vetro che danno vita ad arredi squadrati ma non rigidi, tutti creati su disegno dell’architetto e progettati per essere declinati nei diversi centri con forme e dimensioni differenti. Alcuni separé a listelli o in vetro satinato dividono gli spazi senza appesantire l’ambiente, mentre le cornici cromate delle porte aggiungono un tocco di sobria eleganza. Gli arredi diventano inoltre fonte luminosa grazie alle barre inserite al loro interno che diffondono una luce soffusa e avvolgente. I colori dominanti sono il grigio-azzurro, nella tonalità tipica degli spazi medici, colore che trasmette un’immagine di igiene di pulizia, e un bianco perlaceo che da vita ad un ambiente accogliente e rilassante. Analizzato il target sostanzialmente giovane o giovanile, si è deciso per un importante utilizzo di grafiche che riprendono le immagini e i pay-off istituzionali. È stata inoltre creata una texture floreale come elemento di collegamento. Le grafiche a tutta parete assieme alla luce indiretta risultano fondamentali nel ruolo relativo all’accoglienza e all’attesa per la loro sdrammatizzazione degli spazi di percorrenza verso gli ambulatori.

 

L’illuminazione
L’illuminazione per i centri LaClinique è studiata in modo di accogliere il cliente in un ambiente confortevole ma capace al tempo stesso di comunicare la professionalità del brand. Sono state pertanto create alcune velette per ottenere una luce generale soffusa e “tranquillizzante” nella zona attesa, mentre per la zona reception sono stati scelti dei faretti con luce diretta ben posizionata sul piano di lavoro e in grado di dare risalto agli arredi nella stanza, delineandone il profilo, senza evidenziare il gioco di luci e ombre. Il mobile reception, diventa esso stesso elemento d’illuminazione grazie ai tubi fluorescenti posizionati alla base. Gli apparecchi di illuminazione selezionati per questo intervento sono di Fabbian: modello Tube per la reception e modello Domina per l’attesa.

 

IL PROGETTO
Progetto: Alberto Apostoli
Collaboratori: Martina Miatto, designer; Francesca Zerman, architetto
Foto: Giulio Riotta
www.albertoapostoli.com

 

 

Nell’immagine di apertura la reception: la caratteristiche del progetto di luce di questa zona è rappresentata dai faretti che producono una luce diretta sul piano di lavoro

 

articolo a cura di Pamela Giazzi

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico