Ecolamp a Light and Building: il rifiuto come risorsa, in tutta Europa

La voce italiana dei Sistemi Collettivi RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), della raccolta e del riciclo delle lampadine e degli apparecchi di illuminazione è arrivata nella più grande vetrina sul mondo per quanto riguarda l’illuminazione e l’illuminotecnica: Ecolamp ha partecipato, insieme a EucoLight (associazione Europea costituita nel 2015 per dare voce ai Sistemi Collettivi RAEE del settore lighting), al Light and Building, tenutasi a Francoforte dal 13 al 18 marzo. I sistemi di Responsabilità Estesa del Produttore associati ad Eucolight, come il Consorzio Ecolamp, rappresentano complessivamente oltre 5.000 produttori del settore lighting in tutta Europa e hanno gestito, a oggi, più di 270.000 tonnellate di rifiuti di illuminazione.

La normativa RAEE con Ecolamp è semplice ed efficiente
Oltre 150 produttori del settore lighting hanno scelto di affidare ad Ecolamp la piena conformità alla normativa RAEE, per una quota di mercato delle sorgenti luminose attorno al 50 %.

Nel 2015 Ecolamp ha superato le 2.000 tonnellate di lampadine raccolte e correttamente trattate, grazie alla rete logistica e ai servizi messi a disposizione di cittadini, professionisti e della distribuzione. Un dato in crescita, dovuto al fatto che il Consorzio è da sempre impegnato a offrire soluzioni tecnologicamente innovative, economicamente sostenibili e operativamente efficaci per rendere il rispetto della normativa sui rifiuti elettrici ed elettronici il più semplice, professionale ed efficiente possibile.

Best practice e interazione con le istituzioni e i produttori
A Light and Building è stata sperimentata una nuova formula: 5 tra i sistemi collettivi fondatori di EucoLight si sono presentati in un unico stand informativo e hanno testimoniato come l’appartenenza ad un network europeo di omologhi consorzi rappresenti un fondamentale punto di forza. Questa rete di relazioni garantisce, infatti, la condivisione continua di best practice e la capacità di rispondere alle sfide provenienti dall’Unione Europea, interagendo in maniera efficace con le istituzioni e gli altri enti, per migliorare il sistema normativo che fa capo ai rifiuti del comparto dell’illuminazione e per individuare le migliori soluzioni operative e strategiche da applicare nei rispettivi contesti nazionali. Inoltre, la fiera di Francoforte ha consentito ad Ecolamp di entrare in contatto con altri soggetti importanti del settore, i produttori, sia quelli già presenti sul mercato italiano sia quelli prossimi all’ingresso, e di presentare loro le soluzioni e i servizi proposti dal Consorzio.

Una presenza quella di EucoLight ed Ecolamp a Light and building 2016 per informare tutti i soggetti che in Europa immettono prodotti di illuminazione che esiste un’apposita direttiva Europea (19/2012/EU), recepita a livello di singoli Stati Membri  che prevede una serie di adempimenti per i Produttori, affinché si assumano la responsabilità (la cosiddetta responsabilità estesa del produttore) della gestione dei rifiuti derivanti proprio dai loro prodotti, una volta giunti a fine vita. Per  assolvere a quest’onere con professionalità ed esperienza esistono i  cosiddetti Sistemi di Responsabilità Estesa o Sistemi di Conformità, come Ecolamp e gli altri soggetti associati ad Eucolight.

Circular Economy, rifiuto come risorsa
Il Pacchetto sulla Circular Economy, recentemente pubblicato dalla Commissione Europea, è un piano di misure che coprono l’intero ciclo di vita del prodotto: dalla progettazione, alla produzione, dal consumo alla gestione dei rifiuti, fino al mercato delle materie prime seconde. L’obiettivo è quello di superare il modello lineare – dove i prodotti sono realizzati, utilizzati e poi, come RAEE, smaltiti – per un modello economico sostenibile, competitivo e meno dipendente da materie prime di importazione

Le risorse sono in questo modo utilizzate il più a lungo possibile e i prodotti a fine vita non diventano semplici rifiuti ma rappresentano risorse per la realizzazione di nuovi prodotti.

Il ruolo attivo nei processi decisionali
EucoLight e i suoi soci hanno accolto favorevolmente l’uscita del Pacchetto di provvedimenti sulla Circular Economy e l’attenzione riservata in questo contesto al principio e ai sistemi di Responsabilità Estesa del Produttore (EPR) e si sono già attivati per instaurare un dialogo con le istituzioni Europee e gli altri attori coinvolti, così da sostenere un ruolo attivo nel processo decisionale che porterà al testo legislativo finale.

Dal decreto uno contro zero, al decreto trattamento, dallo Statuto Tipo, al decreto sulle garanzie finanziarie, sul fronte italiano Ecolamp è da sempre presente ai principali tavoli di consultazione relativi al complesso delle disposizioni in materia RAEE: tutti provvedimenti normativi che si riflettono anche sul Consorzio nell’adempimento del suo impegno e della sua mission.

Per informazioni
www.ecolamp.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico