Energia in circolo. Otto passi per l’ambiente

Il progetto “Colosseo: energie in circolo – 8 passi per l’ambiente” è un intervento inquadrato nel piano di miglioramento della sostenibilità 2010-2011 a cura dell’ufficio Energy Manager del Servizio Sanitario Regionale dell’Emilia Romagna, Unità Sanitaria Locale di Rimini. È dedicato alla sede di via Coriano 38 di Rimini, dalla caratteristica forma circolare. Il fabbricato, è costituito da un piano interrato e tre piani fuori terra per una superficie complessiva di circa 18.000 metri quadrati, con la seguente impronta ecologica:
– consumo di energia elettrica: circa 700.000 kWh/anno;
– consumo di gas: circa 68.000 m³/anno;
– consumo di acqua: circa 3.600 m³/anno;
– emissioni annue in atmosfera: 450 Ton CO2.

 

Il progetto comporta per l’Azienda un investimento complessivo di circa 290.000 euro a fronte dei seguenti risparmi energetici attesi:
– energia elettrica: 210.000 kWh/anno;
– gas metano: 17.840 mc/anno;
– acqua: 1.500 mc/anno;
Tutto ciò porterà ad una riduzione delle emissioni in atmosfera pari a circa 130 tonnellate/anno di CO2 (-30%), oltre ad un risparmio economico stimabile in 60.000 euro circa l’anno, con conseguente tempo di rientro previsto inferiore ai 5 anni.
La riqualificazione ha previsto i seguenti interventi:

 

Impianto fotovoltaico
Sul tetto dell’edificio è stato collocato un impianto fotovoltaico costituito da 360 moduli fotovoltaici da 6 inverter, per una potenza nominale complessiva di 81 kWp ed una produzione di circa 95.000 kWh annui. L’intervento è stato realizzato tra i mesi di giugno ed agosto 2010 a costo zero per l’Azienda sebbene abbia un valore di 350.000 euro: il relativo bando prevede infatti che il corrispettivo per la realizzazione degli impianti fotovoltaici e per la gestione del servizio di produzione e manutenzione della rete sia rappresentato unicamente dalle tariffe incentivanti in “conto energia”, trasferite dal committente (l’Azienda USL di Rimini) al concessionario (ditta Tecnologie Ambientali s.r.l. di Rimini) per tutta la durata della concessione in comodato d’uso (20 anni) della copertura dell’edifico Colosseo.
Tale impianto consentirà la riduzione di emissione di inquinanti in atmosfera pari 43,6 tonnellate/anno di CO2 ed un risparmio economico annuo, per l’azienda, di 14.250 euro derivante dall’energia elettrica prodotta, già al netto del “conto energia” ceduto al concessionario.

 

Gruppi frigoriferi ad alto rendimento
Si tratta della sostituzione dei 2 vecchi gruppi frigoriferi a servizio dell’edificio per il condizionamento dell’aria (in cattivo stato di conservazione e con basse rese di funzionamento) con 2 nuovi gruppi da 425 kW del tipo multiscroll ad alto rendimento. Realizzato nello scorso mese di maggio dalla ditta Torri snc di Riccione, l’intervento è costato 72.000 euro e consentirà di risparmiare energia elettrica per 70.000 kWh/anno. Il risparmio economico annuo è di 10.500 euro, con un conseguente tempo di rientro pari a 7 anni, mentre la riduzione di inquinamento in atmosfera è pari a 32,1 tonnellate/anno di CO2.

 

Cassette wc con doppio pulsante
Le 45 cassette dei WC presenti nell’edificio sono state sostituite con modelli a doppio pulsante, capaci di funzionare sia con 3 litri d’acqua (smaltimento di liquidi) sia con 6 litri (smaltimento dei solidi) invece che solo con 9 litri come nei modelli tradizionali. L’intervento è stato realizzato nei primi mesi del 2010 dalla ditta Torri snc di Riccione ed è costato 5.500 euro. Consentirà di risparmiare 1.500 metri cubi d’acqua l’anno, con economie stimabili in circa 2.000 euro l’anno. L’intervento “si ripaga” dunque in meno di 3 anni.

 

Raccolta differenziata
È stato il primo intervento mirato alla tutela ambientale ed al risparmio di risorse, attivato dall’Azienda USL al “Colosseo”, a partire dall’estate 2008 ed in collaborazione con Hera Rimini. Nella sede di via Coriano 38 sono stati distribuiti raccoglitori per la raccolta differenziata di:
carta: presso ogni ufficio e in prossimità di stampanti e fotocopiatrici;
plastica: ad ogni piano in prossimità delle scale e vicino alle macchine per la distribuzione delle bevande;
vetro: a servizio del bar interno.
Da dati di Hera emerge che, a fronte di una produzione complessiva di oltre 22 tonnellate annue di rifiuti, si è riusciti a raccogliere in maniera differenziata il 37 per cento della carta, il 14 per cento della plastica, il 9 per cento del vetro.

 

Programma “shutdown”
Nei mesi scorsi è stato effettuato un censimento dei computer che, per motivi di servizio, devono restare accesi anche di notte. Per tutti gli altri è stato previsto lo spegnimento automatico dopo l’orario di lavoro. La sensibilizzazione è già stata sufficiente perché i due terzi dei dipendenti interessati prestassero autonomamente più attenzione a spegnere il terminale quando non lo utilizzano. Il programma “Shutdown” consentirà di risparmiare complessivamente quasi 300.000 kWh a livello dell’intera Azienda, mentre per il solo edificio Colosseo la stima è di circa 45.000 kWh, corrispondenti a 4.800 euro l’anno di energia elettrica, ed emissioni in atmosfera per 19,8 tonnellate di CO2.

 

Termocappotto
L’applicazione del termocappotto rientra in un intervento più ampio inerente la messa in sicurezza della facciata esterna dell’edificio. Quest’ultima, realizzata in materiale ceramico, presentava infatti ammaloramenti in più punti. Si è perciò deciso di riunire i lavori di rimozione delle piastrelle e rifacimento della finitura esterna e quelli di applicazione del termocappotto in lana di vetro dello spessore di 10 centimetri. In questa maniera il costo del termocappotto è limitato a 30.000 euro, grazie alla detrazione del 55%. L’intervento verrà realizzato entro il 2010 (gara d’appalto in corso) e porterà un risparmio energetico di gas metano stimabile in 5.300 metri cubi l’anno, per economie di 4.500 euro l’anno (l’intervento “si ripaga” dunque in circa 6 anni e mezzo). La riduzione di inquinamento atmosferico si può stimare in 10,3 tonnellate/anno di CO2.

 

Nuove caldaie a condensazione ad alto rendimento
Saranno sostituite 2 vecchie caldaie (in cattivo stato di conservazione e con basse rese di funzionamento) con 2 nuove caldaie da 350 kW del tipo a condensazione ad alto rendimento. Il relativo intervento, che sarà realizzato entro l’anno (gara d’appalto in corso) costerà 90.000 euro e consentirà di risparmiare 12.540 metri cubi di metano l’anno, con economie stimabili in circa 10.500 euro l’anno. Il tempo di rientro dell’intervento è quindi di circa 6 anni e mezzo. La riduzione di inquinamento in atmosfera è stimabile in circa 24,5 tonnellate/anno di CO2.

 

Sensibilizzazione
Oltre a questi interventi strutturali, l’Azienda USL di Rimini ha aderito alla campagna regionale “Io spengo lo spreco”, con la distribuzione dell’allegato volantino a tutti i “suoi” 4.000 dipendenti e l’affissione delle analoghe locandine; ha dato vita, sempre in condivisione con la Regione, al progetto “Abbi cura del tuo pianeta!“, con manifesti, volantini e l’attivazione della pagina web tramite cui effettua costantemente sensibilizzazione, nei confronti degli operatori, rispetto alle buone pratiche per il risparmio energetico e la tutela ambientale.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico