Finalisti provenienti da tre diversi Paesi competono per il GE Edison Award

In occasione del Light+Building 2010, l’evento fieristico più importante al mondo per l’architettura e la tecnologia dell’illuminazione, GE Lighting ha annunciato i cinque finalisti per la 27° edizione dell’annuale competizione internazionale GE Edison Award.

 

Quest’anno gli studi di progettazione coinvolti nei cinque progetti finalisti giungono da tre Paesi: Germania, Messico e Stati Uniti.

 

È stato davvero arduo assottigliare il campo dei partecipanti al GE Edison Award fino ad attivare ai migliori cinque -. dice Phil Marshall, presidente e CEO di GE Lighting Europa, Medio Oriente e Africa – Questioni come il rapido rinnovamento tecnologico nel settore dell’illuminazione, l’utilizzo enormemente ampliato di LED e di altre tecnologie ad alta efficienza energetica e strategie di controllo dell’illuminazione più inventive che mai, hanno permesso di realizzare progetti di illuminazione che lasciano senza fiato. Questi progetti dimostrano appieno il pensiero rivoluzionario e la positiva influenza che possono avere i migliori architetti e designer di illuminazione al mondo“.

 

La competizione GE Edison Award è aperta ai professionisti dell’illuminazione di tutto il mondo che hanno fatto un uso creativo e significativo delle sorgenti di luce GE nei loro progetti di illuminazione durante l’anno precedente la premiazione. I finalisti per il 27° premio annuale GE Edison Award sono:

 

Museo Emil Schumacher ad Hagen, Germania
Studio di Progettazione: Licht Kunst Licht AG, Bonn, Germania

Creato dagli Architetti Lindemann Architects di Mannheim, un raffinato volume di vetro connette il vecchio edificio con la nuova costruzione del Museo Emil Schumacher. Un cuore solido è il nucleo dell’edificio che contiene due ampi spazi espositivi. Il concetto di illuminazione stabilisce nel museo un elemento di connessione per tutte le aree espositive. Un sistema luminoso a soffitto costituisce una risposta elegante e omogenea per tutte le configurazioni di sala.

 

EnBW City a Stuttgart, Germania
Studio di Progettazione: Licht Kunst Licht AG, Bonn, Germania

EnBW, il terzo maggior fornitore di elettricità, acqua e gas in Germania, ha miscelato luce naturale, potenti faretti direzionali, strisce e luci wash fluorescenti, giochi d’acqua illuminati con LED e punti luce allo xeno al’interno del suo nuovo quartier generale, la “Città” EnBW. Il progetto di illuminazione è al passo con le strette regolamentazioni Europee per il consumo energetico, pur sottolineando la straordinaria struttura architettonica dell’edificio.

 

MUAC, Museo Universitario di Arte Contemporanea a Città Del Messico, Messico
Studio di Progettazione: Lighteam, Gustavo Avilés, S.C., Città Del Messico, Messico

Il Muas, Museo Universitario di Arte Contemporanea, il più recente e moderno museo d’arte a Città del Messico, rappresenta una magistrale progettazione architettonica rivelata attraverso una composizione attenta della luce naturale e dei sistemi avanzati di illuminazione elettrica.
Flessibilità, integrazione architettonica ed eleganza si fondono nelle immagini diurne e notturne di questo progetto di illuminazione.

 

Palazzo di Uffici Maki nel Campus Novartis a Basel, Svizzera
Studio di Progettazione: Licht Kunst Licht AG, Bonn, Germania

Il concetto di progettazione primario del nuovo edificio di uffici nel campus di Novartis è la trasparenza e il flusso spaziale. Uno spazio uffici continuo e flessibile, dotato di soffitti inclinati a diversi angoli e piani di uffici collegati fra loro da spazi a doppia altezza. Per sottolineare il carattere aperto e “scorrevole”, l’obiettivo di illuminazione principale è stato quello di illuminare internamente l’edificio evidenziando indirettamente le superfici del soffitto. Apparecchi di illuminazione appositamente progettati per aree ufficio aperte forniscono uno spazio morbidamente sospeso.

 

1100 First Street NE a Washington, D.C., USA
Studio di Progettazione: George Sexton Associates, città di Washington, USA

L’atrio della nuova torre di uffici di altezza media a NOMA (North of Massachusetts Avenue) nella città di Washington è stato sviluppato, grazie a un lavoro di collaborazione, per sfruttare la luce rappresentata come una serie di scatole luminose all’interno di un campo di vetro modernista. Cubi di luce e banchi di accoglienza orientano i visitatori e differenziano i vari spazi interni.

 

Tutti i vincitori e i partecipanti che si sono qualificati saranno invitati a una cerimonia che si terrà martedì 11 maggio 2010 a Las Vegas, Nevada, USA, la sera precedente l’inizio del LightFair International. Durante la cerimonia, i progettisti a cui sono stati assegnati i premi per Eccellenza, Merito, Eccellenza per progetti Sostenibili per l’Ambiente e per Progetti Residenziali, saranno premiati con targhe personalizzate a riconoscimento dei risultati che hanno raggiunto nella progettazione di illuminazione.

 

GE Lighting
La storia di General Electric ha inizio con la commercializzazione della prima lampadina a incandescenza. A oltre un secolo di distanza, GE Lighting è ancora impegnata a offrire luce al mondo, sviluppando nuove tecnologie come la fluorescenza e i LED, che sono più efficienti, costano meno e hanno un impatto ambientale quanto mai ridotto.
GE Lighting è parte di GE Appliances & Lighting, un’azienda presente sull’intero globo come leader per elettrodomestici, illuminazione, sistemi e servizi per usi commerciali, industriali e residenziali.
L’innovazione tecnologica e l’iniziativa ecomagination permettono a GE Appliances & Lighting di proporre prodotti e soluzioni che aiutano davvero i clienti a rispondere alla difficile sfida di fare business sostenibile per l’ambiente.

 

Nell’immagine, illuminazione del Sacramento Memorial Auditorium a Sacramento, California (USA), progetto vincitore della scorsa edizione di GE Edison Award. © 2009 Douglas A. Salin

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *