Fonti rinnovabili sempre più diffuse: quasi il 20% di corrente elettrica nel 2010

Le fonti “verdi” rinnovabili sono sempre più diffuse nel Mondo: nel 2010 quasi il 20% della produzione di corrente elettrica è arrivata proprio da questa “nuova” tipologia di fonti energetiche, e anche il 16% dei consumi finali di energia. L’ultimo rapporto globale di Ren21 (forum globale sulle rinnovabili) ha stilato un rapporto e ha scoperto questi risultati. A quanto pare, solo l’Italia fa fatica a crederci e a investirci, almeno nell’ultimo periodo.

 

Nel Mondo
Se si considera anche l’idroelettrico, la capacità di generazione di energia proveniente da fonti verdi é stata circa la metà di quella installata nel 2010 (complessivamente circa 30 GW). La produzione di energia da solare fotovoltaico è più che raddoppiata rispetto al 2009, grazie a programmi di incentivi di governo e il continuo crollo dei prezzi dei pannelli.
Le vendite di pannelli in Giappone e Usa sono quasi raddoppiate. A fornire la capacità maggiore dei nuovi impianti installati però rimane l’eolico, anche se solo l’anno scorsoper per la prima volta l’Europa ha aggiunto più energia prodotta da fotovoltaico che dal vento.

 

In Europa
Nell’Unione europea le rinnovabili hanno contato circa il 41% della nuova capacità elettrica installata. Il trend è chiaro a livello mondiale: all’inizio del 2011, almeno 119 paesi hanno fissato qualche tipo di target sul fronte delle energie pulite e hanno lanciato politiche di sostegno alle rinnovabili a livello nazionale, più che raddoppiando i 55 paesi del 2009. I paesi in via di sviluppo l’anno scorso hanno superato per la prima volta i paesi industrializzati sul fronte degli investimenti nelle fonti verdi, con la Cina al comando. 
I paesi sviluppati invece hanno mantenuto la leadership negli investimenti in ricerca e progetti su piccola scala nel 2010, con Germania, Italia e Usa ai primi tre posti della classifica. Nella top five della capacità di energia rinnovabile, escluso l’idroelettrico, si piazzano invece Usa, Cina, Germania, Spagna e India.

 

Il paese più amico del sole è la Germania, che da sola ha installato più fotovoltaico nel 2010 che il mondo intero nel 2009. Da qui si comprende come un paese nostro vicino, pur con politica energetica ultimamente vacillante tre nucleare e rinnovabili – ma in seguito ben decisa verso queste ultime (solo pochi mesi fa, dopo il 2009) – sia riuscito a trarre vantaggi dalle fonti verdi.  

 

 

Nell’immagine di apertura, Peter Terren, il pensatore la gabbia di elettricità

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico