Illuminazione a Batimat 2011. Zoom light e Zoom color i saloni dedicati

Zoom light e Zoom color sono gli spazi dedicati, all’interno di Batimat 2011 (Salone internazionale dell’edilizia che si svolgerà dal 7 al 12 novembre presso il quartiere fieristico di Parigi Porte de Versailles), alla luce, al colore e ai materiali.

 

Batimat 2011 è articolato su sette spazi e occuperà dieci padiglioni di Porte de Versailles. La mobilitazione degli espositori è già visibile in ognuno dei settori che compongono il salone:
– Elementi Strutturali (padiglione 1) e Serramenti & Serrature (padiglioni 2.2, 2.3, 3 e 7.1): registrano un eccellente tasso di partecipazione;
– Attrezzature e Utensileria (padiglioni 2.1, 4, 5.2, 5.3 e 6): un settore che sarà molto dinamico e dovrebbe ospitare un’area esterna riservata alle dimostrazioni delle attrezzature da cantiere;
– Zoom Finiture d’interni ed esterni (padiglione 7.2): con il 60% della superficie già prenotata, questo spazio comprenderà zone dedicate ai materiali (Zoom Touch), all’illuminazione (Zoom light), al colore (Zoom Color) e all’accessibilità (Zoom Access);
– Veicoli & Attrezzature: questo nuovo spazio, situato nel padiglione 5.2, raggruppa l’insieme delle case automobilistiche e allestitori di veicoli industriali;
– Lo spazio Servizi alle imprese è ubicato al centro del salone nel  padiglione 4 e ospiterà i luoghi riservati alle conferenze e dibattiti: Forum Attualità Edilizia, Studio TV, Spazio Innovazioni…;
– Informatica (padiglione 5.1).

 

Zoom un salone nel salone dedicato alle finiture d’interni ed esterni
Nel 2011, Batimat lancia Zoom, salone dedicato alle finiture d’interni ed esterni. Con una propria identità visiva, si contraddistingue per la sua atmosfera ovattata. Possiede una propria reception per i visitatori e una lounge. Zoom propone eventi e percorsi di visita specifici per ogni settore professionale che mettono l’accento sulle Novità. Il salone raggruppa l’insieme dei rivestimenti (pavimenti per interni ed per esterni, muri, soffitti), gli elementi decorativi e le apparecchiature (illuminazione e apparecchi decorativi, soluzioni per l’accessibilità e il comfort…), camini. Saranno create quattro zone di animazione, dedicate a quattro temi principali. Oltre a Zoom touch (materiali innovativi) e Zoom access (accessibilità), ci sono Zoom light e Zoom color.

 

In dettaglio: Zoom light
“Zoom light per vedere la Luce con uno sguardo nuovo”. E’ questo lo slogna coniato per gli industriali dell’illuminazione architettonica e funzionale. Questo spazio ospiterà un’animazione, collocata al centro degli stand, che presenterà attraverso piccoli spazi chiusi allestiti dagli espositori la luce in tutte le sue forme: ambiente,  gestione, qualità, efficienza energetica, comfort visivo.
Accanto a Zoom light ci sarà Zoom color, il luogo dedicato alle tendenze di colore, materiale e luce.
Al centro di questo spazio un’agorà ospiterà conferenze sui diversi temi legati a Zoom: evoluzioni tecnologiche di questi settori, nuove normative, prodotti innovativi ma anche laboratori animati dagli espositori in merito a tematiche riguardanti la luce, il colore, i materiali e l’accessibilità per le persone a mobilità ridotta.

 

Batimat 2011 al centro delle sfide del settore edilizio
L’applicazione della nuova normativa termica RT 2012 alla fine del 2011 è oggetto di tutte le attenzioni degli attori del settore edilizio e delle costruzioni. La ricerca della prestazione e dell’efficienza energetica, nelle nuove costruzioni così come in quelle già esistenti, imprime un notevole impulso alla ricerca e allo sviluppo in questo settore. Stravolgendo totalmente le abitudini, essa comporta una maggiore potenza dei nuovi prodotti e soluzioni innovative dalle elevate prestazioni.
La RT 2012, estendendo le norme per gli edifici a basso consumo (BBC) al settore delle nuove costruzioni, lascia già un’impronta nella storia dell’edilizia in Francia e indica una sensibilizzazione generalizzata da parte di tutti gli attori del settore edilizio in merito all’urgenza di limitare drasticamente i consumi energetici e quindi le emissioni di gas serra e la bolletta energetica dei committenti.
I cambiamenti non riguarderanno unicamente gli edifici, ma anche il modo di progettarli. Tali cambiamenti implicheranno una grande evoluzione nella progettazione tecnica e architettonica e rafforzeranno la necessità di formazione e collaborazione a monte tra i diversi operatori coinvolti. In questo modo la nuova normativa rappresenta probabilmente un nuovo modo di lavorare. Sono implicati tutti gli attori della filiera edilizia: committenti, direttori dei lavori, uffici studi, industriali, ricercatori e naturalmente le imprese che dovranno adattarsi, evolvere e lavorare insieme per elevare il livello delle prestazioni energetiche e mirare all’obiettivo “zero difetti”.
Il rispetto delle norme di accessibilità degli edifici rappresenta un altro tema importante che influirà sulle abitudini di costruzione e sui prodotti. Anche in questo caso tutta la filiera si mobilita per ideare ed attuare queste nuove regole e sviluppare una gamma di prodotti dedicati agli anziani e ai portatori di handicap. L’obiettivo è di migliorare il comfort d’utilizzo degli edifici per tutti con un occhio di riguardo  particolare per la domotica.

 

Quando e dove?
Dal 7 al 12 novembre
Quartiere fieristico di Parigi Porte de Versailles

 

Nell’immagine di apertura una foto scattata a Batimat 2099.

 

Informazioni
www.batimat.com

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico