Illuminazione a Led, il cavalcavia ferroviario a Roma Ostiense

Dall’Ostiense alla Garbatella in poco meno di un minuto: lo scorso giugno è stato aperto al traffico il nuovo cavalcavia ferroviario, che unisce la circonvallazione Ostiense con via Ostiense.

 

Grazie a questo collegamento diretto si snellisce notevolmente il traffico della zona. Infatti, gli automobilisti non sono più costretti a costeggiare i binari della stazione per accedere al quartiere della Garbatella. Disegnato dall’ingegnere Francesco Del Tosto, il ponte è caratterizzato da una struttura reticolare composta da imponenti tubi d’acciaio verniciati di bianco e fa parte di un progetto più complesso che, tra le altre cose, prevede la realizzazione del nuovo ponte dell’Industria che collegherà via Ostiense con viale Guglielmo Marconi. Lungo circa 160 metri (di cui circa 125 totalmente sospesi sopra i binari della metro B), il nuovo cavalcavia ferroviario dell’Ostiense è costato circa 15 milioni di euro ed è composto da una piattaforma stradale costituita da due carreggiate separate, ciascuna con tre corsie per senso di marcia. È stata ricavata anche una pista ciclabile (ai lati di entrambe) larga circa un metro e mezzo.
L’architettura del nuovo ponte, con i suoi 160 metri di sviluppo longitudinale, disegna un complicato arco di tubi bianchi che passano a meno di un metro dalla linea aerea del treno e raggiunge una altezza di circa 125 metri.

 

Il design della struttura reticolare, reso possibile grazie alle tecniche più avanzate di elaborazione grafica, è esaltato dalle luci Led. Per il progetto sono stati impiegati gli apparecchi Led Ledway Road di Cree, che si integrano perfettamente con l’ambiente circostante. Il progettista, l’architetto Francesco Bianchi, ha assegnato un ruolo fondamentale all’illuminazione del ponte e della strada sottostante, lavorando con soluzioni a Led di Cree di ultima generazione. Per l’intero progetto sono stati utilizzati in totale 45 apparecchi, di cui 8 su strada, 24 sul ponte, 13 nei parcheggi sottostanti. La modernità di queste soluzioni si è sposata perfettamente con la struttura del ponte, rendendolo, da un lato sicuro al transito dei veicoli, pedoni e ciclisti nelle ore notturne, e dall’altro di gradevole impatto visivo.
“Volevamo un apparecchio che avesse elevata qualità e che garantisse una resa luminosa importante – ha commentato l’architetto Francesco Bianchi – Le soluzioni Cree Ledway si sono rivelate la risposta corretta alle nostre esigenze, visto soprattutto lo scarso ingombro dei dispositivi e dei pali, che non disturbano affatto l’intera struttura. Anche la possibilità di combinare più moduli a Led ha garantito una resa ottimale e un’illuminazione uniforme. Di certo – aggiunge il professor Bianchi – l’effetto scenico di tutta la struttura ne ha notevolmente beneficiato. A complemento dell’illuminazione stradale, si è voluto enfatizzare la struttura proponendo un’illuminazione scenografica che la esaltasse e trasmettesse emozioni”.

 

Gli apparecchi Ledway Road, dotati ognuno di 80 chip led per una temperatura di colore di 4000 K, sono stati posizionati ad un’altezza di 8 metri, ad una distanza l’uno dall’altro di 30 metri su strada e di 20 metri sul ponte. Con gli apparati Cree si è raggiunto un ottimo illuminamento, con una media di 30 lux, Uo = 0.47 (su strada) e di 42 lux, Uo = 0.59 (sul ponte).
Il nuovo cavalcavia, dal concept innovativo, confina con gli ex mercati generali (dove è in cantiere il progetto di Rem Koolhaas per la cosiddetta “Città dei Giovani”), i vecchi gasometri e la centrale Montemartini; è dunque suggestivo e fortemente impattante l’effetto che la struttura, vero e proprio capolavoro di tecnica e di design, regala a tutti coloro che si trovano a transitare in quel quartiere: un vero e proprio gioiello di modernità che brilla alla Garbatella.


Ledway Road. È un apparecchio creato per ottenere le migliori prestazioni nell’ambito dell’illuminazione stradale e urbana. Si tratta di una vera e propria armatura stradale studiata per ottimizzare l’efficienza delle sorgenti luminose a Led e ottenere massimo risparmio energetico, elevati livelli di illuminamento, eccellente uniformità e alta resa cromatica. L’apparecchio èdotato di un sistema di montaggio a snodo che permette l’installazionediretta a sbraccio e a testa palo (90°) per pali e bracci a sezione circolare con diametro 60 mm. Lo snodo permette inoltre di regolare l’inclinazione dell’apparecchio in modo da poter mantenere sempre la posizione orizzontale rispetto al terreno. Il corpo dell’apparecchio è in alluminio e il design sottile ne rende bassissima l’esposizione al vento. Gli apparecchi Ledway Road sono equipaggiati con sistema ottico brevettato NanoOptic®, che prevede l’applicazione su ciascun diodo di lenti di precisione ad alto rendimento; l’esclusiva tecnologia NanoOptic® direziona con estrema precisione il flusso luminoso,senza creare dispersioni o zone d’ombra. I moduli Led sono composti da 10 o 20 Led, una caratteristica che permette di assemblare l’apparecchio con un numero di Led che può variare da 20 fino a 120.


Per informazioni
www.cree-europe.com

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico