Illuminazione a Led, la Chiesa Madre di Nociglia

La Chiesa Madre di Nociglia (Lecce), edificata nella seconda metà del XIX secolo in stile neogotico, ha richiesto un particolare studio illuminotecnico per la valorizzazione degli interni, dei dettagli architettonici e delle vetrate artistiche realizzate nel 2011. In particolare, il progetto aveva l’obiettivo di ricercare atmosfere suggestive e soluzioni illuminotecniche in grado di migliorare la scarsa valorizzazione degli elementi della liturgia, degli elementi architettonici esistenti (navate, volte e costoloni) e delle vetrate artistiche realizzate nel 2011, non adeguatamente enfatizzate in una visione notturna, di cui si è dovuto tenere particolarmente conto, vista la significativa presenza di “luce colore”. Le diverse modalità d’uso di un unico spazio, quello interno della chiesa, e il loro svolgersi nel tempo, hanno implicato la necessità di modulare l’illuminazione, creando combinazioni differenti per la realizzazione di più scenari luminosi, a seconda dei momenti della giornata, liturgici e visite turistiche.

I faretti Sial e Ilja, della linea i-LèD di Linea Light Group, sono stati installati nell’apparecchio progettato per l’ illuminazione a LED delle navate, che riprende la forma di una campana tronco-conica. Il doppio sistema di accensione prevede: uplight, con un Power LED Multichip da 10W per illuminare la parte superiore con una luce calda di 3000K, e tre downlight da 1 LED Array con un CRI 95, per un’elevata resa cromatica. I livelli di illuminamento ottenuti soddisfano significativamente sia sui piani orizzontali che verticali. Anche l’attacco a soffitto e il sistema di sospensione è stato studiato in modo tale da non arrecare danni alle cornici murarie ed effettuare le opportune manutenzioni senza ricorrere a strumenti per l’accesso ai vani ottici. Il doppio sistema di accensione, le ottiche, la posizione e i prodotti utilizzati, permettono un’illuminazione completa anche per le grandi altezze, tipiche dello stile neogotico, assecondando più necessità, secondo il momento della giornata e le diverse esigenze.

Il progetto, firmato dal lighting designer Andrea Ingrosso, dimostra che un’accurata progettazione illuminotecnica può trasformare la luce in un elemento di comunicazione e di valorizzazione architettonica, accompagnando le diverse esigenze di illuminazione richieste dal luogo. Le sorgenti LED si fondono sapientemente con ombre, superfici e imponenti volumi della struttura, conferendogli una forte identità.

Grazie a questo progetto e ai prodotti Linea Light l’architetto Andrea Ingrosso ha vinto il premio Codega 2014.

www.linealight.com

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico