Illuminazione e architettura. Nuova luce per la torre del Teatro Strehler

La sedicesima edizione della rassegna Milano Film Festival presenta un programma articolato e interessante e punta a coinvolgere diversi luoghi della città. Alla riscoperta degli spazi pubblici, il Festival è l’occasione per illuminare la torre scenica del Teatro Strehler.

 

“La traccia di Milano Film Festival è stata inaugurata quindici anni fa con un obiettivo speciale: un festival di cinema può essere anche un mezzo di riscoperta degli spazi pubblici” hanno dichiarato Alessandro Beretta e Vincenzo Rossini giovani direttori del festival, prodotto da Esterni, la società milanese che ha la sua mission proprio nella riqualificazione degli spazi pubblici e nella progettazione di eventi.

 

Disano illuminazione, da sempre sensibile alle tematiche della qualità dell’ambiente urbano, ha scelto di contribuire alla manifestazione come consulente all’illuminazione degli spazi pubblici adibiti alle proiezioni e come sponsor tecnico, realizzando un’illuminazione speciale per la torre e il tetto in rame del Teatro Strehler, importante luogo d’incontro e di visioni del Festival. La torre scenica è illuminata con proiettori Indio powerLed (Disano) e il tetto in rame con Liset IP 65 wallwasher (Fosnova, marchio del gruppo Disano). Il sistema è gestito da un controller dmx con programmazione e timer di accensione che fa lampeggiare la torre 10min e 5 minuti prima dell’inizio delle proiezioni delle 20.30 e 22.30 (come avviene all’interno della sala) per poi rimanere acceso fisso.
La storica architettura del teatro progettato da Marco Zanuso fa così da sfondo animato alla piazza che è anche un punto d’incontro per i frequentatori del festival.

 

Foto di apertura di Delfino Sisto Legnani

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *