Illuminazione e armonia tra nuove architetture e paesaggio. Francesconi Architectural Light per il ristorante Sintonia

In una profonda insenatura della costa nord-orientale sarda che ospita lingue di sabbia dorata e una profumata vegetazione di ulivi, mirto e arbusti tipici della macchia mediterranea si trova il nuovo intervento di progettazione illuminotecnica firmata Francesconi Architectural Light per il Ristorante “Sintonia”, lussuoso locale fornito di un’area lounge ubicato nella località di Porto Pozzo dal quale si accede anche via mare attraverso una rinnovata marina.

In questo contesto, i prodotti Francesconi Architectural Light hanno dato risalto al progetto e l’azienda ha fornito le soluzioni a precise richieste progettuali, come la definizione della giusta temperatura di colore del LED, la modularità dei flussi luminosi, gli speciali processi di finitura dei prodotti e l’utilizzo dell’acciaio inox 316L per una resistenza ottimale alla salinità delle acque marine.

Le molteplici complessità del progetto hanno visto l’impegno dell’azienda Francesconi Architectural Light e dell’agenzia Lo Cicero declinato su diversi fronti, calibrando nuova architettura, materiali e geometrie del paesaggio.

Gli apparecchi Francesconi Architectural Light

L’illuminazione dei pontili e dei camminamenti è stato realizzato con proiettori a incasso a luce radente che sfruttano il complesso sistema di ottiche side-emitting e assicurano un’illuminazione esclusiva sul piano di calpestio senza abbagliamenti ed emissioni luminose verso l’alto. Uno speciale trattamento di verniciatura realizzato con la tecnologia delle nanoparticelle garantisce un’elevatissima resistenza alla corrosività della salsedine.

L’illuminazione dei totem e delle scale è stata ampiamente soddisfatta dalla nuova famiglia di segnapassi Flea nella finitura inox 316L con ottiche a fascio stretto e da segnapassi Smile con ottiche a fasci asimmetrici mirati all’illuminazione delle pedate delle scale senza causare effetti di abbagliamento e con la possibilità di dimmerare il fascio luminoso in base alle ore della giornata.

L’utilizzo del proiettore Ego in acciaio inox 316L con driver incorporato ha rappresentato la soluzione ideale per illuminare le tensostrutture e le aree verdi, grazie all’ampio range di ottiche, dalle narrow alle wide, che hanno consentito di ottenere effetti morbidi e diffusi per i giardini e gli alberi e fasci di luce concentrati per quanto riguarda le tensostrutture, quasi a voler evidenziare i punti d’angolo di tensione dei teli.

La famiglia di bollard Uop, realizzata con un particolare trattamento di ossidazione anodica e caratterizzata da geometrie minimali e da un fascio di luce asimmetrico esclusivamente orientato al piano di calpestio, è stata utilizzata per l’illuminazione dei vialetti pedonali.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *