Illuminazione intelligente per il Museo del Satiro di Mazara del Vallo

E’ stato inaugurato lo scorso luglio il nuovo impianto di illuminazione del Museo del Satiro di Mazara del Vallo, in grado di valorizzare la celebre statua greca e migliorare l’esperienza di visita.

La nuova illuminazione intelligente, definita in base ai principi della massima flessibilità dell’impianto, consente di creare scenari di luce personalizzati sul Satiro Danzante, in grado di ampliare l’accessibilità all’opera classica anche a un pubblico con disabilità visiva. Il progetto ha ripensato gli ambienti del museo in un’ottica di efficienza energetica, minimo ingombro visivo degli apparecchi e migliore gestione dell’impianto, grazie al ricorso a soluzioni a led compatibili con il protocollo DALI (Underscore 15/18, View, Palco e Linealuce Compact RGBW) gestiti da un sistema di controllo.

Diverse regie di luce

La possibilità di allargare l’utenza a visitatori ipovedenti è stata realizzata in stretta collaborazione con il Presidente della Sezione Territoriale di Trapani dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Pietro Catalano che, grazie alle soluzioni messe in campo da iGuzzini, ha aiutato a mettere a punto diverse modalità di lettura dell’opera. In occasione dell’inaugurazione, poi, la scultura classica è stata illuminata con scenari di luce definiti da altri eccellenti interpreti – tra cui l’Assessore Regionale dei Beni Culturali Sebastiano Tusa – che ha elaborato delle scene luminose frutto della sua personale visione dell’opera. Da questo momento in poi, le diverse regie di luce potranno essere facilmente richiamate dai visitatori all’interno dell’abside dell’ex Chiesa di Sant’Egidio attraverso un dispositivo digitale presente nella sala.

L’intervento presso il Museo del Satiro è un’ulteriore tappa del progetto Conoscere la Forma, lanciato nel 2006 dal Centro Studi e Ricerca di iGuzzini illuminazione in collaborazione con l’Istituto Centrale per il Restauro e il Museo Tattile Statale Omero di Ancona con l’obiettivo di rendere l’opera fruibile anche a ipovedenti e non vedenti.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *