L’illuminazione a led da risalto ad un’architettura preziosa

L’ampliamento della Cantina Valetti, ad opera dello studio Archingegno, si inserisce nella bellezza della campagna coltivata con ordine e sapienza.

Situata a Calmasino sulla sponda sud del Lago di Garda, la Cantina Valetti è un oggetto architettonicamente prezioso cui una studiata illuminazione sa dare il giusto risalto, sia nelle ore diurne che in quelle serali, con razionalità e sensibilità estetica.

Di giorno l’illuminazione artificiale si pone al servizio delle geometrie architettoniche, mentre di notte l’edificio diventa iconico; un sistema illuminotecnico attentamente studiato da PERFORMANCE iN LIGHTING, rivela all’osservatore prospettive, angoli e volumi articolandone le connessioni.

La tecnologia LED utilizzata è garanzia di un sensibile risparmio energetico ma anche di una grande libertà nell’allestimento dell’illuminazione. Mentre con la luce naturale si è potuto lavorare sui contrasti tra luce e ombra, con quella artificiale si è cercato di intervenire sulle geometrie come nel caso delle linee continue luminose realizzate con il sistema SL764 LED ed incassate a soffitto.

Lungo la scala che collega il piano terra con il primo piano, le linee luminose seguono il passo di circa 1.50 m della facciata continua e quindi si allungano ad illuminare la sala degustazione, assumendo un significato architettonico.

Nella sala del primo piano la luce segna il passare delle ore e durante il giorno è quella naturale che disegna giochi dinamici dovuti alle ombre delle colonne esterne e ai tagli in bassorilievo delle pareti perimetrali, mentre alla sera la luce artificiale prende il sopravvento: le linee misurano l’architettura dando un significato prospettico allo spazio.

Al piano terra, le linee a LED, posizionate al di sotto delle travi strutturali, sono state scelte per creare un reticolo che irraggia uniformemente il punto vendita.

Gli spazi ipogei, infine, godono di un’illuminazione perimetrale con linee LED nascoste a soffitto. L’allestimento è completato grazie all’illuminazione a spot realizzata con faretti incassati EB433 nella volta al fine di esaltare scenograficamente le botti di rovere.

Al tramonto, l’edificio stesso diventa fonte di luce attraverso le linee LED che completano il carattere fortemente comunicativo della nuova immagine dell’azienda. Per valorizzare la suggestione degli spazi e della facciata è stato scelto, insieme ad altri apparecchi del Gruppo, MIMIK 20 FLAT in biemissione, una soluzione capace di risolvere la minimizzazione delle forme in un’unità di volume e di materiali. La vocazione all’essenzialità del progetto è infatti stata realizzata anche grazie all’impianto illuminotecnico e ad elementi “mimetici” e discreti come MIMIK 20 FLAT.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *