Illuminazione pubblica ed efficienza energetica, gli interventi nei comuni italiani: Perugia e Foggia

Le città italiane stanno gradualmente intervenendo sugli impianti di illuminazione pubblica, per renderli più efficienti, per consumare meno, per far si che i cittadini paghino meno in bolletta. Si tratta di interventi, o bandi di intervento, per i centri storici. Foggia e Pergugia sono tra le ultime città che hanno portato avanti simili progetti: Foggia ha pubblicato un bando per 2.400.000 euro, Perugia ha concluso i lavori nell’acropoli. Vediamo nel dettaglio.

 

Perugia. I lavori di efficientamento energetico della pubblica illuminazione nel centro storico di Perugia si sono conclusi. L’efficientamento ha riguardato 280 lanterne a sospensione o a braccio nel centro storico e 12 corpi illuminanti a parete in via Pinturicchio per un importo dei lavori di euro 85.621,83. Gli interventi migliorano del rendimento luminoso e del flusso luminoso e un risparmio energetico di circa il 40%.
Il progetto riguarda l’area attorno alla Galleria Kennedy e Via Orsini, i Giardini del Frontone e Vie limitrofe e il resto dell’acropoli. Nel caso delle 280 lanterne sono state sostituite le ottiche per trasformare il corpo illuminante, con la sostituzione dei cablaggi esistenti con altri ad alta efficienza e con potenza inferiore (70 W invece che gli attuali 100 W). È stata effettuata la sostituzione degli alimentatori ferromagnetici tradizionali e delle lampade stesse.
”I lavori – rende noto l’assessorato alle Infrastrutture – fanno parte del programma Por-Fesr 2007-2013, per un finanziamento complessivo di 645.819,31 euro, che vede un cofinanziamento del Comune del 40%, pari a 258.327,72 euro”.

 

Foggia. È stato pubblicato il bando di gara d’appalto per la gestione dei servizi di manutenzione del verde e di gestione della pubblica illuminazione a Foggia. Il bando scadrà il 19 febbraio 2013.
La gara ha come obiettivo l’esercizio degli impianti che il pagamento degli oneri di energia elettrica. Per queste attività si prevede un importo base di 2.400.000 euro (IVA compresa) all’anno per 9 anni.
Rientrano tra gli obblighi del concessionario anche la progettazione esecutiva, il finanziamento, la realizzazione e la successiva gestione degli interventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica e luminosa ed a produrre altro tipo di economie di gestione. Gli investimenti necessari ad ottenere i risultati saranno a carico del gestore e ripagati con la quota di risparmio realizzata. Sempre a carico dell’impresa saranno gli eventuali maggior costi derivanti da un maggior consumo di energia elettrica a parità di punti luce gestiti. Il servizio dovrà essere garantito per almeno 4.200 ore l’anno.

 

Nell’immagine di apertura il centro di Foggia.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico