Illuminazione uffici. Le lampade di Vibia tra passato e presente

La società finanziaria olandese Bridgevest, oggi Keylane, con sede a Rotterdam, occupa uno spazio in un imponente edificio del 1890 utilizzato in passato come banca. Una ristrutturazione realizzata dal team di progettazione Studio Tomorrow ha conferito ai suoi uffici una sensibilità sobria e contemporanea nel rispetto delle caratteristiche originali dell’epoca.

I designer hanno optato per un’estetica pulita ed essenziale che mette in risalto in egual misura gli elementi architettonici ottocenteschi e l’elegante arredamento. Per l’illuminazione hanno scelto la collezione Wireflow disegnata da Arik Levy per Vibia e dotata di terminali LED, una moderna rivisitazione degli intramontabili lampadari che si adatta perfettamente a un’atmosfera capace di fondere passato e presente. Nella zona salotto al piano terra Wireflow Free-Form fluttua al di sopra dei divanetti bassi. I suoi cavi lunghi e sottili fanno da contrappunto all’arredamento squadrato sottostante e creano allo stesso tempo un punto di convergenza visiva nella planimetria aperta dello spazio.

Ritroviamo Wireflow Free-Form in cucina, il che dimostra la grande varietà di soluzioni offerte da questa lampada personalizzabile. Situata al di sopra di un tavolo lungo e stretto, trasmette un’attitudine giocosa e spigliata grazie al suo andamento irregolare. Giusto di fronte è disposta in linea ordinata un’altra Free-Form che mette in evidenza il bancone del caffè.

In uno studio troviamo un trio di lampade a sospensione Wireflow Lineal, le cui aste di metallo laccato rievocano un arazzo minimalista. La silhouette sobria e bidimensionale è un esempio di semplicità che si abbina alla quieta eleganza della sala e al suo arredo essenziale. Wireflow Lineal illumina anche un tavolino con delle panche a muro in un’area di lavoro aperta. I suoi cavi neri disegnano un profilo arioso che non ostruisce l’ampia visuale della finestra, rievocando al tempo stesso le geometrie del mobile adiacente.

Una spaziosa sala riunioni dipinta in tenui tonalità pesca ospita un apparecchio Wireflow Chandelier. Rivisitazione contemporanea del tradizionale lampadario, l’imponente Wireflow torreggia sopra un tavolo da conferenza. La sua forma tridimensionale sembra rivelarsi e al contempo nascondersi, permettendo di ammirare l’elaborata modanatura del soffitto e le architetture originali.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *