Impianti di illuminazione a Sochi 2014, Fael Luce illumina il Biathlon

Il Biathlon unisce due discipline: lo sci di fondo a tecnica libera e il tiro con carabina di piccolo calibro su bersagli fissi. Gli atleti devono percorrere sugli sci da fondo, con la carabina sulle spalle, una distanza chilometrica prestabilita per poi fermarsi ad un poligono dove dovranno eseguire una serie di tiri su bersagli circolari. Uno sport molto antico che risale alle tradizioni venatorie dei popoli settentrionali di 5000 anni fa. Fael Luce, azienda che produce impianti di illuminotecnica innovativi e sostenibili, è a SOCHI 2014 proprio con l’illuminazione della pista da Biathlon.

 

L’illuminazione di questo sport deve considerare la complessità della struttura dedicata a tale sport, che consta di una zona dedicata allo stadio centrale e delle piste nei dintorni, sciabili con gli sci da fondo, il poligono di tiro, la zona di partenza e di arrivo.

 

“La scelta del proiettore più adeguato non poteva che ricadere su LIGHTMASTER 1000 – commenta Luciano Parravicini, Presidente di Fael Spa – questo proiettore, che si inserisce nell’ampia ed articolata gamma Lightmaster, è un sistema di illuminazione tecnicamente avanzato che garantisce una buona uniformità del livello di illuminamento della pista fornendo agli atleti una visione nitida delle piste e delle aree di tiro, un parametro fondamentale per le loro prestazioni sportive”.

 

Fael LUCE si conferma ancora una volta azienda di riferimento nel mercato dell’illuminazione sportiva, con proposte adeguate e soluzioni efficaci, come il totale controllo di inquinamento luminoso e il minor numero di apparecchi di illuminazione, in grado comunque di permettere il raggiungimento di livelli di illuminamento secondo standards internazionali, adatti per riprese televisive.

 

“Ancora una volta – prosegue il Presidente di Fael Spa – la nostra azienda si è dimostrata all’altezza del compito illuminotecnico da assolvere, con competenze tecniche e qualità dei prodotti interamente MADE IN ITALY. Questo impianto è l’ultimo in ordine cronologico, ma non per importanza, realizzato grazie alle conoscenze ed alle abilità acquisite nel corso degli anni da Fael e che ci hanno permesso di illuminare altri impianti di rilievo internazionale con risultati lusinghieri. Non ci rimane che godere dello spettacolo delle olimpiadi augurando ai nostri Azzurri di poter raggiungere risultati eccellenti.”

 

Un nuovo e importante sigillo è stato apposto infatti su un altro progetto di respiro mondiale per il mercato dell’illuminazione sportiva: Fael Luce si è infatti aggiudicata anche lo stadio di Manaus, l’impianto amazzonico che ospiterà Italia – Inghilterra per i prossimi mondiali FIFA 2014 in Brasile, progettato secondo una cultura sostenibile proprio per preservare la diversità della foresta pluviale amazzonica.

 

www.faelluce.com

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico