Incontro tra passato e presente per un gioiello di luce: la lampada da parete Gioia

Gioia, la nuova lampada da parete disegnata da Andrea Anastasio per Foscarini, è un gioiello pensato per adornare lo spazio domestico.

La magia di questo progetto è data dalla composizione: un elemento in marmo statuario è collocato al centro di un disco in Perspex trasparente, a cui è unito da un unico anello impreziosito da una lavorazione artigianale; l’insieme è a sua volta fissato alla parete da un piccolo perno.

I due elementi, liberi di muoversi, ricordano il ritmo oscillante di un pendente o di un orecchino. La leggerezza data dal movimento e dalla trasparenza del Perspex – incorniciato da una leggera colorazione ai bordi – è esaltata ancor più quando la lampada è accesa.

In Gioia la parte funzionale della lampada è totalmente slegata da quella decorativa. La luce proviene infatti dalla fonte luminosa LED a parete, che lascia all’elemento decorativo piena libertà di movimento, rafforzando così l’impatto suggestivo e narrativo dell’oggetto.

La trasparenza dell’acrilico contrasta con l’opacità del marmo italiano caratterizzato da venature di colore grigio chiaro: è l’incontro tra un passato che richiama la statuaria, i fregi e le grandi opere architettoniche e un presente fatto di invenzioni e di materiali sintetici.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *