International Lighting Fair di Hong Kong, con Megaman tutta l’illuminazione in un viaggio

In occasione della fiera internazionale di illuminazione, International Lighting Fair (Autumn Edition) di Hong Kong, la Megaman ha organizzato un viaggio stampa per presentare i suoi prodotti. Nell’edificio che ospita gli uffici è stato studiato e realizzato un vero e proprio percorso che racconta, attraverso diverse sale, i prodotti e i loro diversi e possibili impieghi.

 

di Silvia Tugnoli

 

Tutto ha inizio in una sala chiusa dai colori neutri in cui viene proiettato un breve filmato che racconta la mission aziendale e gli obiettivi raggiunti dall’azienda negli ultimi hanno e quelli che raggiungerà in futuro.
Attraverso porte nascoste che si mimetizzano con le pareti si passa da una sala all’altra. All’inizio sembra di trovarsi in una reception di un’hotel, dove predominano i colori neutri esaltati da faretti direzionabili a incasso e dal lampadario centrale che al posto delle più classiche candele ha lampadine che creano un effetto soft ed elegante.
L’elemento successivo che si incontra è uno splendido pendente a soffitto in cristallo, con molti pendenti che creano splendidi e brillanti giochi di luce. Qui vengono utilizzati sistemi illuminanti Led candels che riscono perfettamente a mimetizzarsi dietro il “paralume” lasciandolo come protagonista.

 

Dall’hotel si passa in un altrettanto elegante gioielleria, dove la posizione delle luci è studiata per rendere ancora più preziosi ed eleganti gli accessori esposti. Qui sono impiegati i faretti MR16LED che creano un’illuminazione dedicata perfetta per far risplendere di luce propria i gioielli. Nell’altro lato della sala ci troviamo catapultati in un negozio dove sono utilizzati diversi sistemi integrati tra loro: MR16LED e AR111LED, per creare una perfetta e completa ambientazione.

 

La Megaman si è però anche concentrata sul problema della dannosità della luce sulle opere d’arte: nella tappa successiva del tour ci ritroviamo “catapultati” in una splendida galleria d’arte dove vengono mostrati i diversi tipi di illuminazione possibili, a seconda del tipo di opera, per esaltarne i colori e la bellezza e per non rovinarle.

 

Il percorso si chiude circondati da luci soffuse e morbide in uno spazio elegante, raffinato: un bar&restaurant. Qui sono integrati molti sistemi, per soddisfare le diverse situazioni che si possono creare: chi si siede al bancone del bar, chi al divanetto e chi infine cena al tavolino. La luce viene dal soffitto, dal pavimento, da faretti incassati in nicchie nel muro, del bancone, retroilluminato… tutti questi punti combinati e attivati, a seconda della necessita, ricreano atmosfere diverse, anche legate ai momenti della giornata.
Infine, in una piccola saletta, sono esposti come in un negozio di gioielli di lusso i prodotti utilizzati negli ambienti che abbiamo appena superato, così da poterli rivedere da vicino.

 

Tutti i prodotti sono studiati e realizzati con l’intento di rispettare non solo i “nostri sensi”, ma anche l’ambiente: 
permettono un risparmio energetico dell’80% rispetto alle classiche alogene;
– hanno una vita di 40,000 ore:
– i bulbi o faretti non si scaldano;
– hanno l’intensità luminosa regolabile. 

 

Questo dimostra che i prodotti della Megaman coprono ogni necessità, dall’ambiente di lavoro, ai luoghi di svago: bar, negozi… alla casa.

 

Nell’immagine di apertura, un momento della proiezione del filmato di presentazione della Megaman

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico