L’approccio Telmotor, dal relamping ai progetti più complessi

Competenza e creatività nel realizzare progetti innovativi per il settore dell’illuminotecnica. Questa è Telmotor, l’azienda italiana che da oltre 40 anni è specializzata nelle forniture elettriche e nella distribuzione di prodotti e marchi di qualità per i diversi ambiti in cui opera.

In particolare la Business Unit Light Consulting spazia da semplici attività di relamping applicabili in qualsiasi contesto, come la riqualificazione energetica del centro scolastico “La Traccia”, fino a interventi di progettazione illuminotecnica più complessi e dedicati, come l’ampliamento del centro commerciale Orio Center di Bergamo.

 

La Traccia

Per una scuola attenta ai temi sempre più attuali della sostenibilità, come il risparmio e l’efficienza energetica, è fondamentale identificare soluzioni efficaci nel rispetto di standard impiantistici ed estetici della struttura esistente.

L’intervento ha previsto la sostituzione di sistemi fluorescenti d’illuminazione obsoleti, ormai inefficienti e dagli ingenti sprechi, con corpi illuminanti Led, a basso impatto ambientale per la limitata emissione di CO2, in perfetta coerenza alla richiesta di soluzioni sostenibili, semplici e performanti. Un primo passo verso un progetto più ampio in grado di garantire a studenti e docenti il miglior comfort visivo grazie all’elevata qualità dell’illuminazione.

 

Orio Center

La luce gioca un ruolo fondamentale nel concept design della nuova galleria commerciale di Orio, l’ORIOEXTENSION3. La volontà del committente di avere le forme del controsoffitto libere da dispositivi impiantistici “a vista”, ha imposto la scelta di corpi illuminanti molto performanti, poiché ridotti a soli 2 punti luce su 12 metri di estensione trasversale della galleria.

La scelta è ricaduta quindi sui modelli PARSCAN, OSERIS, GIMBAL e QUINTESSENCE di ERCO 4000 e 3000 K. PARSCAN 48W wide flood posizionato ad un’altezza di 4.70 metri e distribuito a un passo di quasi 2.2 metri, con i propri 6600 lm ha garantito una resa luminosa a terra pari a 750 lx medi al netto dell’apporto luminoso delle vetrine. Inoltre, in caso di riallestimento vetrina, la mancanza di luce può essere compensata inserendo un nuovo elemento a binario, senza nessuna modifica all’impianto.

Telmotor ha deciso poi per un sistema DALI proprio per le caratteristiche di versatilità nell’utilizzo dei singoli corpi, che associate a sonde crepuscolari nelle diverse aree del centro, regolano l’intensità luminosa in base alla necessità.

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *