La famiglia Rollip di Linea Light Group per l’illuminazione degli uffici

Con il profilo in alluminio e il diffusore in policarbonato, Rollip è una linea continua progettata per marcare gli spazi, priva di interruzioni, dall’emissione luminosa uniforme e che si integra perfettamente con l’architettura, per illuminare diffusamente un corridoio, una stanza o un piano sottostante, oppure per enfatizzare le pareti con un’illuminazione wallwasher.

Presentata da Linea Light durante la scorsa edizione di Euroluce, Rollip è disponibile in una gamma molto ampia, variegata e pensata per le molteplici esigenze di installazione: con versioni a incasso da 35 e 70 mm declinate in apparecchi “stand alone”, finiti e completi in due diverse misure, oppure in moduli componibili in installazioni personalizzate, e ancora con modelli a sospensione da 35 mm driver-on-board con singola e doppia emissione, stand alone oppure modulari e componibili con tanto di raccordi angolari.

La sua installazione facilitata permette di realizzare delle linee continue senza interruzione fino a 50 metri in un’unica e semplice operazione di montaggio dai tempi ridotti. Grazie alle alette ad incastro, garantisce un indice di protezione IP54. Disponibile con larghezza 35 mm o 70 mm, combinabili con ottiche diffusa, asimmetrica e, nella versione Rollip70, con diffusore con UGR inferiore a 19% per l’uso nei luoghi di lavoro.

Rollip7035 è un elemento lineare modulare, innovativo nella forma e nel concetto. Biemissione, il design trapezoidale del corpo lampada si restringe in prossimità del diffusore superiore, largo 35 mm, dal quale fuoriesce un’emissione ad angolo perfettamente piatto, pulita e performante; il diffusore inferiore, munito di filtro UGR, largo 70 mm emette una luce più morbida e dimmerata.

La versione Rollip PRO rappresenta la massima evoluzione dal punto di vista ingegneristico grazie all’adozione della tecnologia OptiLight™, con il caratteristico pattern di microincisioni al laser a redistribuire la luce che fuoriesce dal diffusore in PMMA, e il conseguente controllo totale dell’UGR per l’applicazione negli ambienti lavorativi. L’ingombro minimo di soli 12 millimetri permette l’incasso nel controsoffitto senza oltrepassare la lastra di cartongesso: un importante vantaggio in caso di montanti o altri impedimenti interni al controsoffitto.

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *