La riqualificazione di Piazza Garibaldi a Forlimpopoli

Il progetto di riqualificazione di Piazza Garibaldi di Forlimpopoli (Forlì-Cesena) si pone come intervento di rilevanza urbana non solo perché essa è il principale spazio pubblico aperto della cittadina romagnola ma anche, e soprattutto, perché essa svolge un ruolo fondamentale nella vita della cittadinanza che la frequenta assiduamente, vuoi per ritrovarsi a chiacchierare all’ombra degli edifici o nelle terrazze dei bar presenti, vuoi per partecipare alle numerose feste tradizionali di paese, fra le quali la Festa Artusiana, la Segavecchia, la Festa del Patrono o semplicemente al mercato che vi si svolge ogni settimana.
La grande piazza si inserisce in un contesto di isolati di origine romana e modificati solo parzialmente in epoca medievale, rendendo ancora possibile la lettura della scacchiera originaria. Su questo vuoto urbano si affaccia uno dei più importanti edifici storici della città, la Rocca Albornoziana, che deve il suo nome al Cardinale Albornoz e che, dal XIV secolo ad oggi, è appartenuta alle più importanti famiglie della Romagna prima, e all’Amministrazione comunale poi. Durante i secoli l’edificio ha subito varie trasformazioni, tra le quali la demolizione del maschio centrale, l’apertura dei grandi archi sulle mura, il parziale riempimento del fossato, avvenuto verso la metà del XVII secolo, fino al restauro compiuto nella seconda metà degli anni Settanta.
La piazza ha una forma quadrangolare e sui suoi angoli convergono gli assi viari principali del paese, fra i quali Via Saffi e Via Costa (gli antichi assi romani). Inoltre attigua a essa vi sono altre tre piazze minori: Piazza Pompilio, recentemente riqualificata, Piazza Fratti, sede del Comune, e Piazza Paolucci, inclusa nel progetto preliminare come eventuale secondo stralcio delle opere.

 

L’illuminazione notturna della piazza è il risultato della sinergia fra un’illuminazione di tipo funzionale e una di tipo scenografico. La prima si concretizza con l’installazione, sulla facciata dei fabbricati prospicienti, di corpi illuminanti con ottica asimmetrica a 60° dotati di lampade al sodio ad alta pressione, che permettono di portare il fascio luminoso dal perimetro verso il centro (iGuzzini Lavinia dotati di braccio applique per fissaggio a muro). Per essere utilizzati durante le manifestazioni sono predisposti, sotto alcuni cornicioni, dei proiettori di profondità a ottica spot concentrata a distribuzione ellittica che, all’occorrenza, illuminano con grande potenza il centro della piazza (iGuzzini Maxy Woody). La seconda si sviluppa sui due edifici di maggior pregio: la rocca e l’ex sede comunale. Al fortilizio viene dedicata un’attenzione particolare attraverso due operazioni. La prima va a marcare i merli e le aperture dei torrioni con dei proiettori rivolti verso il basso (iGuzzini Woody) e con degli apparecchi in appoggio orientati verso l’alto a illuminare dall’interno la copertura del torrione stesso (iGuzzini Linea Luce). La seconda evidenzia le grandi arcate di ingresso al cortile (Piazza Fratti) con una serie di punti luce a terra dotati di ottica spot orientabile, disposti sia sotto le volte, sia nel giardino (iGuzzini Light Up Walk Professional).
I preziosismi decorativi della torre dell’orologio vengono invece accentuati con dei wall washer dal basso verso l’alto direttamente in appoggio sulle fasce marcapiano (iGuzzini Linea Luce). Gli orologi sono invece illuminati da un proiettore a fascio largo ciascuno (Targetti Nano Pyros).

 

Altre immagini del progetto

 

SCHEDA PROGETTO

 

Nome del Progetto
Riqualificazione di Piazza Garibaldi, con parziale rifacimento dei sottoservizi

Luogo
Forlimpopoli (Forlì-Cesena)

Dati dimensionali
Superficie di intervento: 4.833 mq

Importo lavori
€ 1.250.000,00

Proprietario
Comune di Forlimpopoli (Forlì-Cesena)

Committente e Appaltatore
AGEPROM International s.r.l.

Progetto architettonico, illuminotecnico e impiantistico
Rudi Ulivi Architetto
Officina dell’Architettura

Consulente illuminotecnico
iGuzzini

Progetto illuminotecnico esecutivo
E.S.I. Project Studio Tecnico Associato

Direttore dei lavori
Arch. Andrea Agostini

Direttore operativo
Rudi Ulivi Architetto

Coordinatore della sicurezza
Geom. Walter Zoffoli

Responsabile unico del procedimento
Ing. Andrea Maestri

Impresa esecutrice
CAREA Soc. Coop.

Imprese assegnatarie opere edili
Zambelli s.r.l.
Cocchi Vincenzo e Massimo s.n.c.

Impresa assegnataria impianti elettrici
Elettromeccanica Angelini s.r.l.

Fornitura pavimentazione
Zambelli s.r.l.

Fornitura apparecchi di illuminazione
iGuzzini
Targetti

Fornitura arredo urbano
Ghisa Mestieri

Servizio fotografico
Rudi Ulivi Architetto

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico