Lampada a sospensione Bob

Bob è la lampada a sospensione che connette la terra al cielo…Simile ad una nuvola è in perpetuo movimento, è realizzata in ceramica smaltata, ma le sue forme morbide e leggere riescono a far “volare” perfino un materiale terroso e terreno come la ceramica. Disponibile in diverse colorazioni, è dotata di una doppia fonte luminosa: alogena verso l’alto e a led verso il basso, a controllo indipendente.

 

Presentata da Pulsar in anteprima assoluta a Euroluce 2009, tra le nuove collezioni di lampade in ceramica con fonte di luce a led, Bob è una sfida creativa, firmata dai designer Giulio e Valerio Vinaccia (Integral Studio Vinaccia), per affrontare un mercato apparentemente stanco e invece ricco di opportunità.
La strategia è l’immaginazione: immaginare nuove connessioni tra materiali caldi come la ceramica e tecnologie cool. Il futuro sta cambiando e Pulsar sta già pensando a come illuminarlo.

 

Tutte le lampade Pulsar montano led ad alto rendimento di ultima generazione (high power led) con una durata media di circa 100.000 ore.

 

Dimensioni: 86 cm x 33 cm x h 7 cm

 

Alcuni modelli saranno disponibili anche con illuminazione alogena

 

Pulsar è il brand più innovativo, nato dall’esperienza e dal background tecnologico dell’azienda Artistica Lampadari Group.
L’azienda, fondata nel 1970 da Santo Santisi e dai fratelli Gianfranco e Efisio Mereu, ha da sempre esportato in tutto il mondo prodotti dalla chiara matrice italiana: una produzione variegata che ha saputo offrire un range molto articolato, dalle lampade per uso domestico fino agli importanti lampadari per il contract.
Più che un semplice brand, con Pulsar nasce invece un laboratorio di idee e d’innovazione, focalizzato non solo sulla contemporaneità ma soprattutto sul futuro. I suoi prodotti precedono le mode e le idee, per illuminare gli spazi trasformando la luce in arredo emotivo e sensorialità diffusa.
Pulsar porta nel suo dna le esperienze e le conoscenze accumulate negli anni da coloro che ancora oggi continuano a sognare e immaginare il futuro dell’illuminazione  “che sarà”.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico