Le scenografie del Museo del Duomo di Milano

È stato inaugurato il 17 aprile, alla presenza di Angelo Caloia, Presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo, il progetto scenografico di illuminazione e riqualificazione della Sala delle Colonne. La Sala è stata ufficialmente accesa dal Presidente, insieme ad Aldo Bigatti, Chairman di Philips Lighting Italia, Paolo Castagna e Gianni Ravelli, che hanno generosamente donato il progetto lo spazio più prestigioso e significativo del Museo del Duomo.

 

Il nuovo allestimento della Sala delle Colonne è stato fortemente voluto dalla Veneranda Fabbrica del Duomo e realizzato grazie a Philips Lighting Italia e allo Studio Castagna & Ravelli, realtà impegnate da anni nella valorizzazione del patrimonio culturale italiano, che hanno deciso di contribuire alla riqualificazione dello spazio architettonicamente più prestigioso e storicamente più significativo del Museo del Duomo.
Il progetto è stato concepito come intervento di riqualificazione e recupero per aiutare la lettura del suo disegno architettonico anche nelle ore serali, senza dimenticare di accentuare la “scenograficità” del luogo e di renderlo, nel contempo, confortevole e accogliente. Per ottenere questo risultato lo Studio Castagna & Ravelli e Philips Lighting Italia hanno scelto principalmente la tecnologia LED, per la qualità del suo colore e per il notevole risparmio energetico che consente.
La finalità del progetto è stata quella di realizzare un’illuminazione di fondo con alcuni accenti su particolari rilevanti di pareti, colonne, volte, e statue. Nello specifico le pareti laterali saranno pennellate da una luce bianca calda, mentre gli archi e il soffitto a volta saranno valorizzati da una luce dinamica realizzata con una miscelazione di luce calda e fredda per sottolineare, pur nella omogeneità cromatica, il disegno della sala, che raggiunge l’apice, appunto, nel soffitto voltato.
Luci puntuali e d’accento saranno dirette sulle statue e su alcuni particolari scultorei della sala, in modo da farli emergere e “staccarli” dalla parete.
Questo progetto di valorizzazione luminosa sarà anche occasione di riportare in questa sala, e di collocare sotto le finestre, gli antelli originali provenienti dalle vetrate antiche del Duomo (sec. XV). Lo scintillio dei loro colori sarà accentuato da lampade a fluorescenza lineare con luce bianca dinamica, a suggerire il cambiamento cromatico e il variare della luce nelle diverse ore del giorno.
Al di sotto delle vetrate, le nicchie saranno illuminate con batterie lineari a LED a luce bianca. L’illuminazione generale sarà realizzata con apparecchi collocati su finte “catene” distese fra gli archi in senso longitudinale.

 

La sala delle Colonne – parte dell’antico edificio detto “Broletto”, divenuto poi palazzo visconteo e sforzesco, e trasformata alla fine del Settecento da Pierluigi Piermarini per ospitare le scuderie del nuovo Palazzo Reale – è situata al piano terreno dell’ala est di Palazzo Reale, proprio di fronte al fianco meridionale della cattedrale; si tratta di un ampio salone (29 x12 m) di grande pregio architettonico, caratterizzato da una notevole collezione di statuaria e antelli di vetrata della fine sec. XIV-sec. XV, risalente al precedente allestimento museale.
Essa fa parte degli spazi destinati al Museo del Duomo dal 1971 e fino a dicembre 2005, ovvero alla chiusura del vecchio Museo, che ha ospitato moltissimi eventi relativi all’immenso e straordinario patrimonio artistico del Duomo (mostre temporanee, convegni e conferenze, concerti, oltre a un’ assidua attività didattica).

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico