Led e materia: il design innovativo di Guise

Con Guise di Vibia il designer Stefan Diez sviluppa le nuove potenzialità che la tecnologia LED genera a contatto con la materia: la luce emana dal vetro stesso, mentre la sorgente luminosa resta invisibile. In questo modo si ottiene una sensazione di magia, senza rinunciare a una perfetta funzionalità.

 

Luce immateriale

Da spenta, grazie all’elevata trasparenza del vetro, la lampada praticamente scompare. Una volta accesa, irradia una luminescenza fluida e magnetica. Le striature incise, con un sistema automatizzato, sul vetro di borosilicato conducono, emettono e riflettono la luce con brillantezza. La sorgente luminosa a LED, posizionata longitudinalmente come fosse una giunzione, è appena percettibile.

Stefan Diez si è ispirato a tecniche e tradizioni molto diverse, come l’intaglio del vetro boemo e le classiche insegne luminose, e le intreccia tra loro da una prospettiva contemporanea e singolare.

Guise ha all’interno un sensore che consente di regolare l’intensità della luce avvicinando semplicemente la mano alla lampada, senza bisogno di interruttori né di contatto diretto.

Come un eclissi solare

La collezione è costituita da lampade a sospensione, orizzontali o verticali, che possono essere facilmente installate individualmente o in gruppo.

La versione applique da parete, con fisionomia differenziata, consiste in un disco di vetro che diffonde un alone di luce perimetrale, nascondendo anche in questo caso la sorgente luminosa. Quando è spenta, la lampada si mimetizza sulla parete di fondo, mentre una volta accesa rievoca un’eclissi solare. Guise ha vinto il German Design Award 2018 per il suo design innovativo.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *