Led e orticoltura: Osram annuncia la collaborazione con la NASA

OSRAM annuncia la collaborazione con la NASA fornendo una versione personalizzata di Phytofy RL, il sistema proprietario connesso, per l’illuminazione in ambito orticoltura. L’intelligente software, associato a una configurazione unica di apparecchi connessi e dedicati specificamente alla crescita delle piante, integrerà la tecnologia dell’illuminazione utilizzata dalla NASA.

OSRAM è stata presentata alla NASA dalla società Hort Americas, che lavora a stretto contatto con i principali produttori per fornire ai proprietari di serre, agli operatori impegnati nell’agricoltura verticale e ai ricercatori statunitensi, i prodotti più all’avanguardia e convenienti in grado di aiutarli a raggiungere i loro obiettivi di produzione e qualità. I membri del team di ricerca sulla produzione alimentare della NASA hanno sottoposto a Hort Americas l’elenco delle funzioni che si aspettavano da un apparecchio di illuminazione, quindi l’azienda ha utilizzato la sua rete per aiutare la NASA a fare squadra con OSRAM e a informarsi sulla tecnologia Phytofy RL.

Phytofy

Le caratteristiche di Phytofy comprendono:

  • un canale UV, che offre ai ricercatori la possibilità di somministrare una quantità limitata di luce nell’ambito degli ultra-violetti, al fine di studiare le reazioni e i cambiamenti delle piante;
  • più LED ognuno in grado di generare le specifiche lunghezze d’onda necessarie alle piante, il che significa un PPF (Photosynthetic Photon Flux) più elevato. Il PPF misura l’emissione della luce calcolando il numero di fotoni al secondo. È un parametro importante, che permette ai ricercatori di individuare le “ricette di illuminazione” più efficienti e più efficaci;
  • una mappa dell’irradianza che i ricercatori possono ottenere utilizzando direttamente il software OSRAM, senza doverla quindi misurare preliminarmente per poi intervenire nelle impostazioni della luce.

Il sistema OSRAM di illuminazione intelligente per l’orticoltura è stato testato grazie a una serie di collaborazioni con università e laboratori di ricerca di tutto il mondo, che usano le tecnologie e ne condividono i risultati. Alla NASA e ai suoi ricercatori, il sistema Phytofy RL permetterà di regolare facilmente le condizioni di illuminazione per ottimizzare la crescita delle piante nelle diverse situazioni, riproducendo le configurazioni nella serra Advanced Plant Habitat della Stazione spaziale internazionale, e soddisfacendo le complesse esigenze della produzione di cibo nello spazio. Di recente, all’interno di una camera di crescita del Kennedy Space Center, in Florida, è stata ultimata l’installazione del sistema Phytofy RL, e già si progetta di installarlo in altri ambienti identici all’interno del centro.

Ottimizzazione dei raccolto

Attraverso una radiazione con luce di diverse lunghezze d’onda, è possibile controllare e accelerare il ciclo di crescita delle piante, ottenendo quindi maggior produttività e potendo raccoglierne i risultati più spesso o quando necessario. Le speciali ricette di illuminazione non solo ottimizzano il raccolto e il tempo di crescita, ma sono anche in grado di aumentare la quantità di vitamine e nutrienti nella pianta, e persino di intensificare gusti e sapori. I LED, infine, generano un’illuminazione bioattiva “su misura” particolarmente efficiente.

Soluzioni complete

Oltre alla leadership in questo specifico sistema, OSRAM svolge una funzione di guida nello sviluppo dell’illuminazione per orto/floricoltura attraverso la fornitura di un’ampia gamma di prodotti, dai LED dedicati alla crescita alle soluzioni complete per le colture verticali, dalle serre idroponiche ai piccoli impianti da giardino. L’azienda opera a stretto contatto con i professionisti dell’industria e della ricerca per offrire prodotti e sistemi capaci di ottimizzare lo sviluppo delle colture, attraverso forniture affidabili all’industria alimentare al dettaglio, ai mercati florovivaistici, agli stabilimenti di trasformazione degli alimenti e alle industrie farmaceutiche.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *