Led, nuova luce per il Duomo di Milano

Philips, nell’ambito dell’edizione 2010 del Festival Internazionale della luce, LED Exhibition Design organizzata dal Comune di Milano assieme allo Studio di progettazione Castagna&Ravelli, completa l’opera di custodia e valorizzazione del Duomo di Milano, avviata lo scorso anno, ultimando l’illuminazione e rendendola permanente, creando così la prima chiesa al mondo illuminata in questo modo.

 

L’illuminazione del luogo simbolo della vita culturale e religiosa di Milano ha avuto inizio lo scorso anno durante l’edizione 2009 del Festival della Luce. Tale progetto, denominato “Luce Sacra”, si è distinto all’interno del LED Exhibition Design, come il più apprezzato dai Milanesi, vincendo il primo premio: le vetrate della facciata e dell’abside sono state fatte risplendere, rendendo, per la prima volta, visibili dall’esterno della chiesa i disegni e i colori dei vetri istoriati.
L’importante novità del 2010 consiste nel completamento dell’illuminazione delle vetrate, esteso alle finestre laterali e al corpo d’ingresso e, soprattutto, nella resa permanente del progetto.

 

Il piano “Luce Sacra” si è rivelato un ottimo esempio di come l’ illuminazione possa attraverso le ultimissime innovazioni tecnologiche, portare al massimo livello l’impatto emozionale delle soluzioni utilizzate e valorizzare ulteriormente la percezione di un monumento simbolo come il Duomo di Milano.

 

La nuova illuminazione prenderà avvio in concomitanza con l’inaugurazione dell’edizione 2010 del Festival Internazionale della Luce di Milano, alla presenza delle istituzioni e delle personalità pubbliche.
Manifestazione che farà vivere, ai cittadini milanesi, la loro città in uno spettacolo di luci e colori grazie ad uno spettacolo articolato e coinvolgente che si propone di valorizzare gli ambienti urbani e renderli ancora più attrattivi (“city beautification”).
Nel corso della manifestazione, che coprirà tutto il periodo tra il 4 dicembre e il 10 gennaio 2011, la bellezza di monumenti e luoghi simbolo di Milano sarà esaltata dalla tecnologia luminosa dei LED – e non solo – che attraverso le abili progettazioni di noti designer e light specialists, renderà la città meneghina unica nel suo splendore.

 

L’impegno di Philips nei confronti della città di Milano si è distinto anche, lo scorso anno, grazie alla riapertura della Sala delle Colonne, uno degli spazi più prestigiosi e storicamente più significativi del Museo del Duomo. Il progetto di illuminazione dello Studio Castagna&Ravelli che, insieme a Philips, ha restituito a Milano un luogo di pregiato valore artistico. La Sala è infatti oggi nuovamente in grado di ospitare, con continuità, eventi e iniziative culturali, riproponendosi come luogo ideale di approfondimento dell’arte e della cultura all’interno di Milano.

 

Philips è universalmente riconosciuta come azienda leader nel settore delle soluzioni innovative e a base LED che vengono impiegate per la valorizzazione architettonica e artistica delle città, degli uffici, dei complessi industriali, degli hotel, dei ristoranti, degli esercizi pubblici come supermercati e negozi di moda, ma anche delle vie urbane e dei marciapiedi.

 

Per le sue realizzazioni, Philips si avvale della collaborazione e della consulenza di designer dell’illuminazione, architetti e altri professionisti di interni per creare soluzioni funzionali che combinano la grande tecnologia elettronica con l’emozione della luce.

 

“L’illuminazione rappresenta una sfida importante per Philips. Grazie alla nostra leadership tecnologica, siamo in grado di offrire innovazioni importanti e sistemi a risparmio energetico avanzati, progettati sulla base di studi e ricerche minuziose. Inoltre, dati gli importanti appuntamenti che Milano dovrà affrontare nei prossimi anni, primo tra tutti l’Expo 2015, siamo orgogliosi di poter contribuire alla rinascita culturale di un simbolo internazionale e religioso come il Duomo”. Ha dichiarato Aldo Bigatti, Chairman Philips Lighting Italia.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *