Led pericolosi per la Salute Pubblica. Parola di Ministro

Parliamo sempre di Led, e ne parliamo come il futuro che salverà l’uomo e il Pianeta. Poi, come spesso succede di fronte alle innovazioni, arriva un’opinione contraria e ri-pensiamo o, meglio, ri-mettiamo in discussione ciò che si è sempre detto. Quando l’opinione “destabilizzante” viene da un Ministero o da un’istituzione, si insinua il dubbio che essa sia dettata da interessi economico-politici… Ecco qual’è il punto: l’Istituto Superiore di Sanità e il Ministro Fazio hanno detto che i Led sono pericolosi per la Salute Pubblica. Sul web la discussione è accesa. Dunque, come si deve comportare il consumatore?
Partendo dall’opinione del Ministro e dell’Istituto Superiore di sanità, passando per Cielobuio.org, vediamo quali sono i motivi dell’allarme.

 

Dopo l’interrogazione parlamentare di novembre 2010 al Ministro della Sanita Fazio, sulla problematica derivante dall’utilizzo dei Led sulla Salute Pubblica, il 27 aprile 2011 il Ministro ha risposto riportando le valutazioni acquisite dall’Istituto superiore di Sanità e affermando che la situazione, a danno della Salute Pubblica, è rilevante. Il Ministro intende quindi fare in modo che in Italia vengano applicate raccomandazioni analoghe a quelle contenute nel rapporto dell’’ANSES del Ministero Francese.

 

Risposta all’interrogazione da parte del Ministro Fazio
“E’ risaputo che l’utilizzo della tecnologia dei Led (acronimo dell’inglese Light-emitting diodes, diodi ad emissione di luce) si sta diffondendo sempre piu nel campo dell’illuminazione di ambienti, sia esterni che interni, per via delle caratteristiche di elevata efficienza luminosa, data dal rapporto tra il flusso luminoso emesso dalla sorgente LED e Ia ·potenza assorbita. La luce e radiazione elettromagnetica, visibile dall’occhio umano, di lunghezza d’onda compresa tra un minima di circa 360-400 nm ed un massimo di circa 760-830 nm, in grado di indurre effetti biologici sugli organi del corpo umano esposti, cioe Ia cute e gli occhi. Alcuni di questi effetti biologici possono essere benefici, o comunque essenziali per l’organismo (e il caso del fenomeno della visione), mentre altri effetti possono tradursi in condizioni di danno per Ia salute in funzione di diversi parametri, tra i quali le lunghezze d’onda in gioco, l’intensita della radiazione incidente sui corpo, la durata dell’esposizione” (continua e leggi tutto il documento).

 

Perchè i Led non sono oggi eco-compatibili ed eco-sostenibili 
Ecco cosa riporta il sito Cielobuio.org.
Fattori ambientali
– inquinamento luminoso: la luce bianco-blu dei Led è sino a 3-4 volte più inquinante di quella di sorgenti calde;
– la luce bianco-blu ha effetti sull’uomo e l’ambiente;
– i Led utilizzati per l’illuminazione pubblica sono dannosi: i possibili danni per la salute sono riportati dall’Anses Agenzia francese per l’Alimentazione, l’Ambiente, la Salute e la Sicurezza sul Lavoro nella relazione del 25/10/2010.

 

Fattori illuminotecnici
– La luce più confortevole di notte è quella calda e non la luce fredda e bianco-blu dei Led;
– in base alla norma UNI11248 non è vero che la norma favorisce il declassamento degli ambiti illuminati con sorgenti bianco-blu tipo Led.

 

Sicurezza stradale e pedonale
– visione notturna: oltre i 60-65 anni la luce bianca-blu dei Led viene percepita meno della metà rispetto alle sorgenti di luce al sodio;
– tipo di asfalti: la luce bianca-blu dei Led viene maggiormente assorbita dagli asfalti. A parità di intensità di luce, con il led le strade sono più buie e insicure;
– tempi di reazione in presenza di ostacoli: non è vero che con la luce bianca-blu dei Led si reagisce più in fretta ai pericoli.

 

Infine il NLPIP National Lighting Product Information Program promosso dal Light Reserch Center (che aiuta i progettisti, i contractors, designers, managers che lavorano nel campo della luce a utilizzare prodotti di qualità) sostiene che con il Led non c’è alcun risparmio dal punto di vista economico.

 

Quindi?
Usate i Led per gallerie, monumenti, decorazioni per esterni, illuminazione semaforica, illuminazione votiva, giardini di casa (nel rispetto delle leggi regionali). In questi campi, se usati in modo corretto, il Led rappresentano la migliore scelta in termini di risparmio energetico.

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico