Light architecture e led a Festarch 2011

Anche quest’anno, eccoci di ritorno da Festarch, svoltosi tra il 2 e il 5 giugno a Perugia e Assisi e organizzata da Abitare. Il tema (Anticittà) ha permesso di affrontare in particolare il tema della ricostruzione di un’architettura civile. Interessanti sono state le riflessioni scaturite a proposito del potere che lo spazio può esercitare, sia negativamente, sia positivamente. È quindi utile trarre una conclusione: lo spazio architettonico, interno o esterno, deve essere “civile”, cioè costruito per l’uomo.
Vari sono stati gli eventi e i seminari organizzati dalla Fondazione Umbra per l’Architettura (Fua) tra i quali segnaliamo “Dentro l’Architettura, interventi di restauro e di recupero architettonico raccontati dai loro protagonisti”.

 

L’illuminazione della Rocca Paolina di Perugia, realizzata in toto con la nuova tecnologia Led è  stata oggetto del dibattito con l’Ing. Drisaldi, presidente dell’AIDI, Associazione Italiana di Illuminazione. Drisaldi ha detto che di fondamentale importanza diviene, a questo punto dello sviluppo della tecnologia Led a risparmio energetico, la qualità del sistema stesso.
Interessanti la lectio magistralis di Ernesto Gismondi, uno dei protagonisti della storia del design italiano, dal titolo “Il design della luce, tra storia e futuro”, e l’incontro con Italo Rota dal titolo “Energia e bellezza”.

 

Nell’immagine: la Rocca Paolina di Perugia

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico