Light design, le nuove lampade di Prandina

Prandina nasce con il materiale più nobile che la luce abbia mai conosciuto: il vetro (di Murano) il vetro è stato tanto amato da Prandina che l’ha valorizzato e difeso, utilizzato e promosso, anche quando la complessità dei cambiamenti ha reso più difficile il suo impiego soprattutto nelle applicazioni sofisticate o nelle super-dimensioni che sono una caratteristica identitaria dell’azienda.

 

La ricerca intrapresa e sviluppata sulle tecniche costruttive del vetro, sulle possibilità delle colorazioni e delle finiture, sui limiti delle dimensioni e delle forme, si è rivelata oggi, preziosa e puntuale per una revisione nell’ottica di una ripresa contemporanea.
Prandina continua quindi a interfacciarsi con il vetro, materiale naturale e primigenio, materiale eletto dalla luce, sostenibile dall’ambiente perché sano e onesto e lo affianca in proporzioni ragguardevoli ad altri materiali scelti perché innovativi, che si sono rivelati appropriati per l’uso delle tecnologie, delle caratteristiche e delle prestazioni.
La mediazione fra tradizione e innovazione si sostanzia felicemente in lampade funzionali ed eleganti, dal linguaggio progettuale continuamente teso all’innovazione estetico-formale, inseribili sia in ambienti domestici che in ambienti contract.
L’idea è di un abitare contemporaneo, fatto di oggetti semplici, ben fatti e duraturi dove il disegno, le proporzioni e i colori esprimono bellezza.

 

BLOOM, CHORUS, GONG E TIARA
Con queste nuove lampade a sospensione, Prandina ripensa il vetro soffiato, riprendendo quel che da sempre ha caratterizzato l’identità dell’azienda attraverso la sua produzione più prestigiosa.
Lo fa compenetrando la nostalgia per la tradizione con la citazione formale, la ricchezza del materiale con l’innovazione tecnologica che le consente di offrire il prodotto al giusto valore.
Non si alterano, quindi, le regole esecutive antiche e consolidate di un materiale che esige abilità e conoscenza, ma si riflette sui temi dell’analogia e dell’ambivalenza formale, sul disegno e le proporzioni, che combinandosi rimandano a significati inediti e sorprendenti.

 

BLOOM S5 (immagine di apertura)
Prandina R&D, 2012
Bloom si esprime in una forma intrigante e misteriosa, come sa esserlo l’ambivalenza del doppio: sotto e sopra, diseguale e simile, diversamente colorato e trasparente.
Lampada a sospensione a luce diffusa.
Struttura con rosone centrale o laterale in metallo verniciato bianco opaco.
Diffusori inferiore e superiore in cristallo soffiato verniciato all’interno in bianco, avorio, nero o nella combinazione nero-rame.

 

CHORUS S5
Azzolin, Prandina R&D, 2012
Lampada a Sospensione
Chorus è il frutto della ricerca compiuta sulle possibili variazioni della stereometria cilindrica.
E’ un oggetto che nasce da un segno basic che ispira una gestualità antica alla quale i precisi limiti della soffiatura a bocca e a fermo, le raggiature e gli angoli minimi conferiscono un’ estetica essenziale ed efficace sempre mutevole rispetto all’angolo di osservazione.
Lampada a sospensione a luce diffusa.
Struttura con rosone centrale o laterale in metallo verniciato bianco opaco.
Diffusore in vetro opalino soffiato a fermo.

 

GONG E TIARA
Gong e Tiara hanno raccolto il fascino delle tradizionali lanterne cinesi, ispirandosi alla loro forma,
per contenere, proteggere e portare la luce.
Questa analogia formale trova nel vetro soffiato, grazie alla diverse combinazioni cromatiche e alle accurate incisioni a filo lucido, un’estetica ricca e sofisticata.

 

GONG S3
Prandina R&D, 2012
Il diffusore di Gong è un bozzolo di cristallo soffiato, inciso internamente e verniciato all’esterno per la gran parte dell’altezza ed è sempre trasparente verso il basso.
Lampada a sospensione a luce diffusa.
Struttura con rosone centrale o laterale in metallo verniciato bianco opaco.
Diffusore in cristallo soffiato inciso esternamente e verniciato all’interno nelle combinazioni bianco-bianco, avorio-avorio, avorio-bianco, nero-nero o nero-aubergine.

 

TIARA S5
Prandina R&D, 2012
Tiara è caratterizzata dalla particolare forma del suo diffusore: un semicerchio superiore e un tronco di cono inferiore con in mezzo un brillante filo di luce che valorizza il colore.
Lampada a sospensione a luce diffusa o diretta verso il basso.
Struttura con rosone centrale o laterale in metallo verniciato bianco opaco.
Diffusore in cristallo soffiato inciso esternamente e verniciato all’interno in bianco, avorio o nero.

 

Per informazioni
www.prandina.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico