Luce architetturale. L’illuminazione della nuova sede Enav

La nuova sede di Enav Roma si trova in un edificio sottoposto recentemente a riqualificazione realizzata dallo Studio Speri, che presenta grandi pareti vetrate intervallate da superfici strette e verticali rivestite in gres porcellanato effetto travertino, utilizzato anche per la pavimentazione dell’ingresso, al fine di creare quell’effetto di continuum materico tra piani verticali e orizzontali. Un forte impatto minimale di colori neutri e linee geometriche, evidenziati ancor di più dalle soluzioni luminose di Francesconi Architectural Light.

La riqualificazione ha infatti riguardato anche la sostituzione dell’intero sistema elettrico precedente, dichiarato dispendioso in termini di efficienza energetica e obsoleto in termini di design. L’illuminazione è stata quindi realizzata mediante l’utilizzo di applique MOK posizionate nella sommità dell’edificio: dotate di LED di nuova generazione e abbinate a lenti con fasci molto stretti hanno consentito di ottenere un effetto “lame luminose” sui prospetti ma con livelli di illuminazione importanti anche sugli spazi antistanti: un esempio concreto di luce intelligente che non tralascia la funzione estetica, ma che la integra e la completa.

L’impiego dei prodotti Francesconi Architectural Light ha riguardato anche il giardino frontale, con una mirata illuminazione del verde mediante alcuni proiettori a incasso a pavimento Round e Maxiround versione led ad alta resa cromatica e con differenti ottiche.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *