Luce e architettura. Faraone, la balaustra Lumina di Massimo Iosa Ghini

Massimo Iosa Ghini ha disegnato per Faraone la balaustra Lumina, un connubio perfetto tra funzionalità ed estetica. Leggerezza e tecnicità degli elementi danno vita a un prodotto innovativo e versatile, che si integra e allo stesso tempo caratterizza ambienti architettonici quasi futuristici.

 

La struttura portante in alluminio si integra armonicamente con l’architettura circostante e Lumina diviene così un elemento di arredo che disegna gli spazi con la luce. L’illuminazione Led è alla base del progetto, questa può essere personalizzata a seconda delle esigenze del cliente; da una luce fredda e glaciale si può arrivare a una tonalità calda e accogliente. Disponibile anche la versione non luminosa.

 

La balaustra è formata da due lastre in vetro extra-chiaro stratificato con pellicola PVB di sicurezza interposta. Le lastre sono alloggiate all’interno di un profilo estruso di alluminio anodizzato e strette da una piattina che funge da blocco di resistenza alla spinta. La luce Led è integrata all’interno del profilo, quest’ultimo permette la dissipazione del calore naturalmente, senza aggiunta di ulteriori elementi.

 

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico