Luce e oltre…

Si terrà oggi, martedì 9 novembre, presso la Mya Lurgo Gallery il vernissage della mostra “Luce e oltre…”, una personale di Mya Lurgo a cura di Cristina Trivellin che rimarrà esposta nella galleria di Lugano fino al 18 dicembre. La mostra rientra nell’ambito di Outrenoir: light + new media art project 2010_ 2011 di Martina Cavallarin, Cristina Trivellin e Alessandro Trabucco.
Evento collaterale alla mostra, la presentazione, giovedì 16 novembre, del volume di Mya Lurgo Acentrismo: dal sogno dell’ego alla Divina Realtà – manifesto d’arte e spiritualità senza circonferenze, edito da Bellati Editore, presso la libreria Melisa a Lugano.

 

…E mai il nero impaurì  la mia essenza
Per questo non timore delle tenebre l’abbaglio-luce è però il più feroce viatico all’innocenza
Giuseppe Pedota

 

Continua l’indagine nei linguaggi artistici che adottano “fonemi luminosi” per raccontare mondi poetici; opere realizzate con e attraverso la luce, quell’abbaglio-luce che inevitabilmente convoglia e sposta l’attenzione oltre la comune visione, verso immaginari senza barriere spazio-temporali.  Oltre è prefisso che significa “al di là”: limite o varco da superare per accedere a dimensioni possibili e impossibili. Il concetto di soglia, come metafora di tali passaggi,  è tema dominante nella ricerca  di Mya Lurgo.
L’artista espone una serie di light box frutto di elaborazioni digitali.  Ogni sua opera vuole essere un mantra, un pensiero, un credo che genera l’immagine e la dirige verso chi guarda come se fosse un messaggio in bottiglia che attende di essere letto e poi rilanciato nel fiume, verso altri cuori assetati di conoscenza. Le Bolle a orologeria sono immagini seducenti e ipnotiche che rappresentano metamorfosi in atto, correnti dinamiche ed energetiche che trasfigurano la percezione soggettiva (bolla a orologeria) in un continuum esistenziale senza paletti posti a priori. –Dentro a ogni corpo c’è una Luce. Dentro quella Luce, c’è la Verità. Dentro quella Verità, c’è l’Amore senza circonferenze – scrive l’artista.
Le opere della serie Stargates rappresentano passaggi di coscienza che elevano dalle circo-stanze  e riconducono verso la percezione di un momento più intimamente connesso alla natura profonda delle cose. Un tentativo dell’artista di rappresentare lo stato originario di unione e di sintesi, il paradiso perduto del senso.

 

di Cristina Trivellin

 

SCHEDA EVENTO

Luce e oltre…
personale di Mya Lurgo
a cura di Cristina Trivellin

 

nell’ambito di
Outrenoir: light + new media art project 2010_ 2011
di Martina Cavallarin, Cristina Trivellin e Alessandro Trabucco

 

vernissage | martedì 9 novembre dalle 17.00
Mya Lurgo Gallery

 

Evento collaterale | giovedì 16 novembre alle 18.00
presentazione del volume di Mya Lurgo
Acentrismo: dal sogno dell’ego alla Divina Realtà – manifesto d’arte e spiritualità senza circonferenze (Bellati Editore)
Libreria Melisa, via Vegezzi 4 a Lugano

 

Luogo
Mya Lurgo Gallery
Piazza Riforma, 9
6900, Lugano
2° piano, entrata tra Federale e SassCafé

Tel. +41 (0)91 911.88.09
Fax +41 (0)91 911.88.02
E-mail: gallery@myalurgo.ch

 

Periodo
10 novembre – 18 dicembre 2010

Orari
lunedì martedì mercoledì venerdì | 15.00-19.00
giovedì 15.00-21.00
sabato 10.00-13.00 / 14.00-17.00

 

Nell’immagine, Volteggiando Luce, light box, 1m x 1m, Mya Lurgo

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *