Montare lampadine a Led nel ‘decalogo per risparmiare in casa’

Sostituire le lampadine a incandescenza con quelle fluorescenti, o meglio con i Led, è solo una delle cose che Rinnovabili.it suggerisce di fare per risparmiare in casa. Riportiamo di seguito i passaggi principali dell’articolo, relativo ai cosumi nell’era dell’informatizzazione, di internet e degli smart phone. Come si può migliorare il comportamento energetico della vostra casa e non solo? Si può utilizzare il monitor dei consumi che legge in tempo reale i consumi elettrici e dal quale potrete avere informazioni utili per capire finalmente cosa accade. Ecco quindi il “decalogo” di Rinnovabili.it.


1) Se non lo hai ancora fatto liberati del tuo scaldabagno elettrico, da solo è di norma il dispositivo più energivoro della casa;
2) Installa monitor dei consumi, il montaggio è semplice, alla portata di qualsiasi persona in grado di tenere in mano un cacciavite;


3) Grazie al misuratore dei consumi capirai finalmente perchè bisogna spegnere tutti gli standby di televisori, dvd, decoder, disinserirai dalle prese carica batterie vari etc…;
4) Sostituisci le lampadine a incandescenza con quelle fluorescenti, o meglio ancora con quelle a Led (leggerai il beneficio sul monitor);


5) Metti un termometro nel frigorifero e regola finalmente la temperatura corretta in base ai gradi e non a numeri 1-2-3-4-5???? Ma che vuol dire!
6) Scosta il frigo dal muro e con un pennello da imbianchino pulisci quello “strano” radiatore che sta dietro il frigo e grazie a ciò guadagnerai facilmente tra il 5 e il 10% di efficienza;


7) Se hai gettato via lo scaldabagno e la tua acqua calda sanitaria la produci con una caldaia a gas o meglio con del solare termico, nella tua lavastoviglie scollega il tubo di adduzione dall’acqua fredda e collegalo all’acqua calda… la trasformerai in un solo colpo in una classe A++;
8) Se devi acquistare una nuova lavatrice comprane una con la doppia adduzione (costano come quelle di buon livello a singola adduzione) o installa un miscelatore per lavatrice che utilizza l’acqua già calda piuttosto che riscaldarla elettricamente;


9) Se usi indiscriminatamente “il caldo bagno” elettrico considera la possibilità di mettere le valvole termostatiche in tutti i termosifoni così da regolare indipendentemente le temperature nelle singole camere. Il costo dell’energia consumata da questo dispositivo di un paio d’anni e normalmente pari al costo della quasi totalità delle valvole sostituite;
10) Se sei un cultore del forno e lo vuoi proprio elettrico considera quelli ventilati che distribuiscono il calore più uniformemente. Ricordatevi comunque di spegnere il forno alcuni minuti prima della cottura completa, perché il forno continuerà a sfruttare il calore accumulato nel suo interno. Per i più audaci per lunghe cotture potete sperimentare l’inserimento di qualche mattone refrattario all’interno. Noi abbiamo diminuito il consumo del 5%.

 

Ecco, ora diamoci da fare.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico