Nuova luce per il Petruzzelli

Sono passati diciotto anni da quella notte del 27 ottobre 1991 in cui il Teatro di Bari fu distrutto. Ora il Petruzzelli è tornato a vivere: ha infatti avuto luogo domenica 4 ottobre l’inaugurazione del celebre Teatro. Un’apertura a lungo attesa anche da Zafferano: l’azienda guidata dal designer veneziano Federico de Majo ha di fatto collaborato nell’ambito del progetto di ricostruzione fornendo una quantità significativa degli apparecchi di illuminazione che decorano e illuminano il teatro dopo la sua riedificazione.

 

110 lampade da parete, 120 lampade da soffitto, 300 lampade nelle aree di servizio: queste le cifre dei prodotti forniti da Zafferano, con il suo marchio Ailati Lights, per la ricostruzione del Teatro Petruzzelli. In particolare, le lampade destinate all’ordine dei palchi e ai palchetti interni sono state tutte prodotte appositamente, attraverso un fedele rifacimento, tenendo conto di quelle che erano le caratteristiche degli apparecchi di illuminazione preesistenti. In linea generale fregi, stucchi, lampade e arredi sono stati clonati verosimilmente, sulla base del repertorio iconografico a disposizione.
Un attento studio dei pochissimi resti messi in salvo dalla distruzione del teatro e delle foto storiche, ha permesso di ricostruire forme e materiali appartenenti all’illuminazione del vecchio teatro. Le lampade da parete, a 3 e a 5 luci, poste in corrispondenza dei palchi sono realizzate in vetro di Murano lavorato a mano. Le parti metalliche sono costituite da una fusione di bronzo con finiture foglia oro. Le plafoniere collocate nei palchetti interni si distinguono per l’utilizzo di ottone dorato e perline in vetro. Infine, le lampade installate nelle aree di servizio sono costituite dall’abbinamento di vetri soffiati opale e parti metalliche bianche.

 

Per informazioni: www.fondazionepetruzzelli.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico