Premio Targetti Light Art

Targetti dedica la sesta edizione del suo Premio Internazionale per giovani artisti al Futurismo, invitando i partecipanti a ripensare la profezia marinettiana e a riflettere sulla straordinaria vitalità delle indicazioni tecnico-espressive da essa formulate.

 

Il PREMIO TARGETTI LIGHT ART festeggia i suoi primi dieci anni di vita rendendo omaggio al Futurismo (in occasione della celebrazione del centenario della pubblicazione del “Manifesto” di Marinetti) il movimento artistico che per primo (e a soli 30 anni dalle scoperte di Edison) comprese la portata rivoluzionaria dell’invenzione della luce elettrica e le sue straordinarie potenzialità non circoscritte al campo dell’espletamento della pura funzione della visione notturna.
Fu Marinetti, con il suo “Manifesto del Futurismo” del 1909 e gli scritti successivi, a cantare per primo il fascino delle nuove “lune elettriche” polemicamente contrapposte al romantico chiaro di luna, a inneggiare alla bellezza delle centrali idroelettriche, a emozionarsi di fronte all’ “ini¬ziativa lirica dell’elettricità” e alla “lampada elettrica che soffre, spasima e grida”, preconizzando in netto anticipo sui tempi l’utilizzo della luce artificiale come strumento espressivo e contenuto primario di un’opera d’arte.

 

Ideato da Targetti – terzo player europeo nel settore dell’illuminazione architettonica – per promuovere la creatività dei giovani artisti e stimolare una sempre più approfondita riflessione sul legame esistente tra l’innovazione tecnologica e la creatività artistica, il PREMIO TARGETTI LIGHT ART è una competizione internazionale a cadenza biennale dedicata agli under 40.
Ai partecipanti – oltre 3000 quelli che hanno preso parte alle prime cinque edizioni – si chiede di ideare un’opera che utilizzi la luce artificiale come strumento e contenuto
a partire da una rinnovata riflessione sulla straordinaria vitalità delle indicazioni tecnico-espressive formulate dai Futuristi in merito al ruolo che la luce può avere nella creazione di un’opera d’arte.
È possibile partecipare al concorso presentando il progetto per una delle due categorie previste, “quadro di luce” o “scultura di luce”.
Pur nel rispetto di alcuni criteri formali indicati dalla committenza, gli artisti possono usare qualsiasi materiale e tecnologia e avvalersi della consulenza dei tecnici specializzati della Targetti in modo da ottimizzare il potenziale espressivo della luce nelle loro opere.

 

I lavori saranno giudicati da una giuria composta da Amnon Barzel (direttore artistico della Targetti Light Art Collection), Omar Calabrese (semiologo), Alessandra Mammì (critica d’arte de ”L’Espresso”), Peter Noever (direttore del MAK di Vienna), Franziska Nori (direttrice del CCC Strozzina di Firenze), David Sarkysian (direttore del MUAR di Mosca) e Paolo Targetti (presidente della Targetti Sankey SPA).

 

Al vincitore assoluto verrà attribuito un premio di 10.000€; i due secondi classificati riceveranno 5.000€ ciascuno.

 

Il PREMIO TARGETTI LIGHT ART è emanazione diretta della TARGETTI LIGHT ART COLLECTION, una raccolta di opere d’arte contempora¬nea promossa e finanziata dalla Targetti Sankey SPA, il terzo player europeo nel settore dell’illuminazione architettonica. Grazie al contributo di alcuni degli artisti più significativi nel panorama internazionale dell’arte contemporanea (tra cui Olafur Eliasson, Gilberto Zorio, Anne et Patrick Poirier, Hidetoshi Nagasawa, Brigitte Kowanz e Fabrizio Plessi) e degli oltre 3000 giovani creativi che da ogni parte del mondo hanno preso parte alle prime cinque edizioni del Premio, la collezione è divenuta in soli dieci anni di vita una delle più importanti raccolte di Light Art del mondo.
Dal 1998 è in corso una mostra itinerante nell’ambito della quale le sue installazioni luminose sono state esposte in alcuni dei più prestigiosi musei del mondo, tra cui il Chelsea Art Museum di New York, il Centre for Contemporary Art Ujazdowski di Varsavia, il MAK di Vienna e il MUAR di Mosca.
Testimonianza tangibile della possibilità di creare sempre nuove e riuscite sinergie tra il mondo dell’impresa e quello della cultura, nel 1999 la Targetti Light Art Collection ha vinto il “Premio Guggenheim Impresa e Cultura”, riservato alle imprese che hanno scelto iniziative culturali come strumento di comunicazione dei propri valori. Al valore intrinseco delle opere d’arte si aggiunge infatti quello di un’esperienza preziosa nata dalla collaborazione degli artisti con i tecnici specializzati dell’azienda e concretizzatasi in un proficuo scambio di idee e di esperienze tra i mondi solitamente disgiunti della cultura, della tecnologia e dell’impresa.
La sede permanente della collezione si trova a Firenze, a Villa La Sfacciata, un edificio rinascimentale in cui Targetti ha creato una Fondazione dedicata alla promozione e alla diffusione della cultura della luce.

 

Il materiale dovrà pervenire presso la Targetti Sankey SPA.
LA SCADENZA PER L’INVIO DEI PROGETTI È STATA POSTICIPATA AL 1 SETTEMBRE 2009
.

 

Scarica il bando di concorso

 

Per informazioni:
Targetti Sankey SPA
Via Pratese 164, 50145 Firenze
Tel:   +39 055 37 91 285  
Fax: +39 055 37 91255
E-mail: artlight@targetti.it
Sito web: www.targetti.com (sezione arte)

 

Nell’immagine, Kwk Wai Lau, Life is fragile, Premio Targetti Light Art

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico