Progetto Lumière, si risparmiano 500 milioni per l’illuminazione pubblica

illuminazione-pubblica-ok

Lumière è un progetto di ENEA, finanziato nell’ambito dell’Accordo di Programma con il Ministero dello Sviluppo Economico sulla Ricerca di Sistema Elettrico, che promuove l’efficienza energetica nel settore dell’illuminazione pubblica e favorisce la riduzione dei consumi di energia elettrica degli impianti d’illuminazione degli 8 mila Comuni italiani. L’obiettivo è ridurre le bollette elettriche che pesano per circa 1,5 miliardi di euro l’anno sui bilanci delle Amministrazioni pubbliche, mettendo in efficienza i 10 milioni di punti luce che compongono la rete di illuminazione pubblica nazionale. Il progetto ha raccolto l’adesione di 800 comuni italiani.

Attualmente le componenti della spesa per l’illuminazione pubblica hanno costi energetici e di manutenzione troppo elevati, a fronte di costi di investimento molto bassi” spiega la ricercatrice ENEA Nicoletta Gozo, responsabile del progetto Lumière.

L’ENEA ha proposto soluzioni efficienti per abbattere del 30-35% la bolletta complessiva dei comuni, 500 milioni di euro in meno all’anno e riduzione da 3 a 2 milioni delle tonnellate di CO2 prodotte ogni anno. Lumière fornisce supporto ai sindaci e alle amministrazioni comunali, con campagne formative e programmazione degli interventi di riqualificazione: finora sono stati avviati 112 progetti pilota e 44 audit energetici gratuiti.

Iscrivendosi (gratuitamente) su www.progettolumiere.enea.it, tutti i comuni possono aderire al progetto Lumière.

Partecipano anche operatori pubblici e privati coinvolti nei processi di gestione degli impianti e nell’amministrazione del servizio di luce pubblica. Organizzati in tavoli tecnici hanno dato vita al Network Lumière, braccio operativo del progetto, che ha sviluppato un vero e proprio modello per il processo gestionale del settore e definito alcuni degli strumenti standard applicativi necessari e all’Osservatorio Lumière a supporto agli enti locali.

Lumière ha ottenuto il Premio “Best Practice Patrimoni Pubblici 2013” al Forum PA.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico