Raee, risorse veramente utili per risparmio energetico e salvaguardia dell’ambiente

I Raee, rifiuti da apparecchi elettrici ed elettronici, sono un tesoro da sfruttare. Lo dice Ecoelit, Consorzio Nazionale Volontario Accumulatori ed Elettroutensili per promuovere la salvaguardia ambientale con il risparmio energetico, delle risorse naturali e con la riduzione dei quantitativi di rifiuti da smaltire.

 

Secondo i dati presentati dal presidente del Centro di Coordinamento Raee al Forum Raee tenutosi a Ecomondo, dal 2009 a oggi sono stati raccolte quasi un milione di tonnellate di rifiuti tecnologici, riciclate circa 50 milioni di lampade a efficienza energetica, più di 15 milioni di vecchi televisori, e con il riciclo dei frigoriferi e dei climatizzatori sono state evitate emissioni per nove milioni di tonnellate equivalenti di CO2.

 

Il Consorzio vuole stimolare ancor più la raccolta dei Raee da parte di produttori, distributori e installatori, per poterli avviare ai Centri di Trattamento, dove verranno riciclati. Al riciclo vengono destinate le apparecchiature guaste che, giunte presso centri specializzati in questo tipo di trattamenti, vengono disassemblate in modo da poter recuperare i materiali riutilizzabili e smaltire correttamente quelli dannosi o inutili.
Da un apparecchio non funzionante possono essere recuperati materiali di vario tipo che, se riciclati, possono essere reintrodotti nei cicli produttivi come materie prime seconde, consentendo di risparmiare ulteriori risorse naturali ed energetiche.  Si risparmiano quindi materie prime e si evita di portare a riciclo altre risorse.
Nei Raee si possono trovare materiali come plastica, alluminio, rame, bronzo e ottone, ferro, acciaio e ghisa, provenienti da grandi elettrodomestici, che possono essere fusi e riutilizzati all’interno di nuovi cicli produttivi. I particolare possiamo trovare nei Raee:
– oli di lubrificazione che possono essere rigenerati e destinati al riuso sono presenti in congelatori, frigoriferi e condizionatori;
– il vetro, che può essere frantumato e riutilizzato da vetrerie e fabbriche di ceramica, si trova in monitor e televisori.

 

Una buona gestione del Sistema di Raccolta Raee consente di reimmettere nel ciclo produttivo grandi quantitativi di argento, oro e altri materiali nobili, risparmiando risorse non rinnovabili e risparmiando anche l’energia necessaria per estrazione e lavorazione.
Si possono smaltire altre sostanze tossiche per l’uomo e l’ambiente come Cadmio, Piombo, Mercurio, Cromo e altri.

 

Fonte: zeroemission.tv

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico