Risparmio energetico, due valide iniziative in Inghilterra e Svizzera

Per il risparmio energetico, si muove la vecchia Europa: La Svizzera potrebbe stringere sull’illuminazione delle vetrine e delle insegne dei negozi, l’Inghilterra spegnerà i lampioni nella Contea di Dorset nelle ore notturne.

 

La Svizzera potrebbe introdurre norme più rigide per l’illuminazione delle vetrine e delle insegne dei negozi. La proposta punta a ridurre i consumi energetici della Confederazione. Limitando il periodo di accensione di insegne luminose e vetrine si potrebbero risparmiare circa 6 milioni di kilowattora entro il 2050.
Si tratta comunque, per ora, solo di una proposta, visto che le questioni legate all’edilizia sono di competenza dei singoli Cantoni e solo in parte ai Comuni, quindi saranno le autorità cantonali a doversi pronunciare.

 

L’Ufficio federale indica come “superflua” anche l’illuminazione delle facciate degli edifici e invita i proprietari a tenerle spente. È  necessario programmare un piano di controlli del grado di efficienza energetica degli edifici svizzeri, per tenere sotto controllo lo stato di salute degli impianti.

 

In Inghilterra, proseguono invece gli esperimenti di spegnimento dei lampioni nelle ore notturne, che rappresentano già un mezzo certo per ottenere risparmio energetico, non solo una proposta, e che però suscita sempre qualche polemica.
Tocca alla Contea di Dorset, dove i punti luce saranno tenuti spenti tra la mezzanotte e le cinque e trenta del mattino.
La decisione ha scatenato naturalmente alcune polemiche, soprattutto da parte dei lavoratori notturni di pub e altri esercizi, preoccupati per la loro sicurezza al momento del rientro a casa. Il Consiglio della Contea ha rassicurato gli abitanti: lo spegnimento dei lampioni interesserà soltanto aree residenziali o strade in cui l’illuminazione non è essenziale.

 

Le luci resteranno accese vicino alle telecamere di sorveglianza, strade a scorrimento veloce, nei centri dei villaggi e nelle aree considerate ad alto tasso di criminalità. Il Consiglio è sicuro del fatto che l’oscuramento parziale delle strade non comporterà un aumento degli incidenti. Se la polizia locale dovesse riscontrare un incremento dei crimini o degli incidenti stradali, i lampioni sarebbero riaccesi dappertutto e per tutta la notte.

 

La Contea potrebbe far risparmiare, con tale sperimentazione, più di 180.000 euro all’anno.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico