Risparmio energetico, ecco le lampadine con indirizzo IP gestibili da smartphone

Dal Belgio arrivano le nuove lampadine a risparmio energetico che renderebbero più facile la gestione dell’energia elettrica e dell’illuminazione residenziale, nel nome delle smart house: dotate di un indirizzo IP o da collegare alla rete wireless di casa, permettono di gestire le luci da lontano o da una stanza all’altra.

 

Le lampadine sono dotate di innovativi chip, i Green Chip, dell’azienda NXP, che impiegano un segnale wireless 2,4 GHz (su protocollo 802.15.4 Wi-Fi a breve raggio) che però non crea interferenze alla rete Wi-Fi domestica (802.11 g/ n).
Un’avanzata unità intelligente fluorescente a Led, più economica di quanto si possa pensare: queste lampadine a basso consumo energetico costano solo un euro in più rispetto alle lampade a risparmio energetico maggiormente diffuse.

 

Inoltre, JenNetIP (la struttura che permette alle lampadine di parlare con il PC e con gli altri dispositivi) sta per diventare open source: problemi di compatibilità con produttori e piattaforme potranno facilmente essere superati.

 

La notizia della ricerca in corso da parte della NXP si era diffusa sul web due anni fa, a maggio 2011. Alla fine del 2012 la NXP ha lanciato un pacchetto di 5 lampadine e un controllo remoto, in vendita anche on-line.

 

Tramite uno smartphone si potrà quindi gestire l’impianto d’illuminazione, e accertarsi di aver spento tutte le luci di casa o accenderle scegliendone l’intensità e la tipologia dell’illuminazione. Tutto questo permetterà di tagliare la vostra bolletta della luce.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico