Risparmio energetico, il primo oled flessibile del 2010

Se esistesse una sorgente luminosa flessibile, efficiente e sottile come un foglio di carta, producibile in modo economico e che sia anche amica dell’ambiente… Immaginate che impatto avrebbe sul mondo dell’industria dell’illuminazione, del design e sulla stessa vita di noi fruitori della luce?

 

GE Lighting (NYSE:GE) dimostrerà quest’anno le potenzialità e alcune idee di applicazione per gli OLED, diodi a emissione luminosa organici, presentando questi straordinari prodotti durante due importanti eventi rivolti all’industria: Light + Building 2010 a Francoforte, in Germania e LightFair 2010 a Las Vegas in Nevada, USA. GE esporrà gli OLED in un numero di configurazioni a entrambi gli show, portando alcuni prototipi avanzati che aiuteranno a dimostrare i vantaggi competitivi che sicuramente decreteranno il successo degli OLED, così come li sta sviluppando GE: la flessibilità e il fattore di forma ultra sottile.

 

L’illuminazione sta diventando più di un aspetto meramente funzionale di un ambiente. – dice Zoltan Vamos, direttore generale globale delle tecnologie di illuminazione di GE Lighting a Budapest – Stiamo ancora sperimentando e immaginando un futuro con gli OLED, ma pensiamo che il nostro approccio ci consentirà di applicare letteralmente la luce a qualunque superficie spessa non più di qualche foglio di carta”.

 

La tecnologia OLED rappresenta il maggiore potenziale per lo sviluppo di nuovi prodotti e per l’innovazione negli ambienti illuminati. – commenta Simon Fisher, direttore della progettazione di prodotto in LAPD Lighting Consultants, Lemsford Village, Hertfordshire, Regno unito – Il potenziale contenuto in un sottile film luminoso è enorme e cela la chiave per cambiare il modo in cui noi progettiamo e immaginiamo l’illuminazione all’interno delle nostre architetture e ambienti”.

 

Secondo Sheila Kennedy, AIA, Direttore di Kennedy & Violich Architecture, Ltd., “La tecnologia OLED rappresenta un nuovo materiale per l’illuminazione che cattura i nostri sensi, la nostra creatività e i nostri ambienti. Immaginate una luce bianca flessibile ed energeticamente efficiente che può essere prodotta con un dispendio minimo di combustibile e che può essere disegnata per aderire a forme leggere e luminose o che può essere integrata nelle superfici strutturali. Con i materiali flessibili OLED, GE ha il potere di reinventare la forma fondamentale e l’intera industria ecologica della lampadina”.

 

I ricercatori e i team di sviluppo di GE Lighting a Cleveland in collaborazione con KM (Konica Minolta Holdings, Inc., Konica Minolta Technology Center, Inc.) e il Global Research Center di GE a Niskayuna, New York, lavorano insieme sulla tecnologia OLED sin dal 2007. Il sodalizio tecnologico tra GE e KM, un leader a livello mondiale per i prodotti di imaging, ha permesso ai tecnici GE di addentrarsi nella tecnologia a film sottile di KM, che gioca un ruolo importante nello sviluppo di OLED altamente produttivi. “È giunto il tempo per gli OLED di emergere e affermarsi come una opzione reale per i consumatori, in un momento in cui le nuove regolamentazioni energetiche che si stanno imponendo in tutto il mondo impattano sul progetto, sull’uso e la dismissione dei prodotti di illuminazione. – fa notare Vamos – Gli OLED sono un ponte per raggiungere possibilità di progettazione illimitate, che possono soddisfare i canoni odierni e anticipare quelli che verranno”.

 

GE ha lavorato con numerosi progettisti dell’illuminazione, grafici e architetti di rilievo, inclusi Fisher e Kennedy, per assicurare che le loro prime soluzioni OLED possano essere effettivamente impiegate in scenari reali. Le soluzioni OLED prodotte dalla lungimiranza di GE e KM promettono una riduzione dei costi di produzione, di uso e di mantenimento dell’illuminazione. Le soluzioni OLED di GE saranno prive di mercurio, leggerissime e con intensità regolabile.

 

Cosa sono gli OLED?
Gli OLED sono materiali organici sottili, racchiusi tra due elettrodi, che si illuminano quando sono sottoposti a una carica elettrica. Oltre alle ampissime potenzialità di progettazione, gli OLED hanno la prerogativa di portare a eccezionali livelli di efficienza e di compatibilità ambientale, pur raggiungendo la qualità di illuminazione che si riscontra nei sistemi con LED (diodi a emissione di luce) tradizionali. Presto disponibili in diversi formati di pannelli luminosi (75mm x 150mm di base), gli OLED GE saranno prodotti con un processo manifatturiero a rulli simile a quello della stampa dei quotidiani. I pochi prodotti elettronici organici oggi presenti sul mercato sono realizzati con i più convenzionali processi a batch, con costi relativamente più elevati. Un’infrastruttura di produzione a rulli che permette alte prestazioni e bassi costi di apparato, consentirà un’adozione più ampia degli OLED GE quando questi saranno definitivamente immessi sul mercato nel 2011.


 

Gli OLED rompono le barriere della nostra concezione. – dice Vamos – Per i consumatori l’avvento dei LED e la ribalta degli OLED significa che nei prossimi cinque anni saremo auspicabilmente testimoni del cambiamento più rapido nel modo di illuminare le nostre case e gli spazi commerciali. Siamo sul punto di una rivoluzione dell’illuminazione, con GE a indicare la strada”.

 


Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico